Banche, M5s prepara emendamento per limitare conversione Dta - bozza

·1 minuto per la lettura
Il ministro degli Esteri italiano Luigi di Maio con il nuovo leader ad interim del Movimento 5 stelle Vito Crimi dopo una conferenza stampa a Roma

ROMA (Reuters) - Il Movimento 5 stelle prepara un emendamento alla manovra per limitare la misura, voluta dal Tesoro, con cui si incentivano le fusioni bancarie attraverso la conversione di imposte differite attive (Dta) in crediti di imposta, secondo una bozza di emendamento vista da Reuters.

Il testo fissa, infatti, un tetto massimo di 500 milioni di euro in termini di beneficio mentre la manovra, nella formulazione depositata dal governo in Parlamento, indica un limite pari al 2% degli attivi della più piccola tra le società che si fondono.

Nel caso del Monte dei Paschi di Siena, che il Tesoro vuole aggregare con un partner forte nel 2021, il criterio del 2% comporta un beneficio di circa 3 miliardi.

I cinque stelle sono in gran parte contrari alla privatizzazione di Mps e non vogliono che lo Stato sussidi l'eventuale compratore.

(Giuseppe Fonte, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)