Barbara Bouchet nel 1970 con quell’aura della diva d’Oltreoceano in una foto inedita

·1 minuto per la lettura
Photo credit: Claudio Masenza
Photo credit: Claudio Masenza

Barbara Bouchet sorride intrepida e radiosa, nonostante la temperatura gelida del mare di Ostia in autunno inoltrato. «Era il 1970, era appena arrivata dagli Stati Uniti con l’aura della diva d’Oltreoceano destinata a una brillante carriera», ricorda Claudio Masenza, che la fotografò per un giornale.

«Quel giorno faceva molto freddo, e io l’ho costretta a entrare in acqua sotto un cielo plumbeo, poi andammo anche vicino a una cascata, dove il clima era ancora più rigido. Lei, però, non fece una piega e non perse mai il sorriso. Un soldatino. Sapeva già esattamente cosa voleva, ma allo stesso tempo ascoltava i consigli. Una vera professionista».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli