Barbara D'Urso ha parlato del suo stalker rivelando nuovi inquietanti dettagli

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Stefania M. D'Alessandro - Getty Images
Photo credit: Stefania M. D'Alessandro - Getty Images

Sì, oltre a uno stuolo di fan che la adorano e soprattutto rispettano la privacy, Barbara D'Urso è purtroppo vittima di stalking. Ne ha parlato apertamente dopo l'udienza per il processo in cui ha testimoniato come parte lesa al tribunale di Roma, esprimendosi con tono decisamente preoccupato. Un umore con cui non siamo abituati a conoscere Barbara D'Urso, sempre solare, e che ci ha inquietato molto, accendendo i riflettori su un problema che ha radici profonde nel nostro paese: quello delle minacce, dello stalking, della violenza sulle donne che pur se denunciata viene raramente arginata.

Come riporta il Corriere Roma, Barbara D'Urso avrebbe raccontato fuori dal tribunale: "Nonostante le diffide e il processo le sue minacce sono salite di livello. Mi ha scritto 'ti taglio la testa', mi hanno detto di averlo visto sotto casa mia e ho dovuto assumere un bodyguard per sentirmi più sicura. Il mio stile di vita è cambiato, non nego di aver paura".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L'uomo in questione si chiama Salvatore Fiorello, 36 anni, e sostiene di essere figlio adottivo della presentatrice. Un'ossessione nata nel lontano 2017, quando Fiorello partecipò come concorrente a una trasmissione da lei condotta, e che da quel momento è andata ad accentuarsi con comportamenti che variano dalla foto su Instagram in cui finge di aver preparato una torta per la "madre" Barbara D'Urso, ad atteggiamenti ben più gravi.

Sembra infatti che, negli anni, l'uomo abbia contattato in modo ossessivo la conduttrice e il figlio che lavora come chirurgo negli Stati Uniti, presentandosi addirittura sul posto di lavoro di quest'ultimo, e che abbia anche cominciato a scrivere ai responsabili delle indagini e del processo dopo la prima udienza dello scorso marzo. Ad oggi Fiorello non è ancora sottoposto a misure restrittive, anche se il giudice Valerio De Gioia ha chiesto una perizia psichiatrica. Una serie di vicissitudini che, come ha dichiarato il pubblico ministero Francesco Dall'Olio, ha creato in Barbara D'Urso "un perdurante e grave stato di ansia e timore per la sfera personale e professionale e per la propria incolumità".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli