Barletta, laureato con 110 e lode assunto come operatore ecologico

Barletta, laureato con 110 e lode assunto come operatore ecologico

Nella graduatoria per un posto da operatore ecologico a tempo indeterminato a Barletta si leggono i nomi di nove laureati. I vincitori sono 13 in totale, di cui quattro diplomati.

Primo posto a un laureato con 110 e lode

Al primo posto della graduatoria c’è un laureato in ingegneria con 110 e lode, che ha raccontato a Repubblica: “Ero stufo di fare piccoli lavoretti, sempre precari, sempre sottopagati o addirittura gratis”.

Laureato nel 2012 al Politecnico di Bari, ha raccontato: “Ho girato diversi studi, ma era sempre la stessa storia. Inizi con una sorta di tirocinio, o almeno te lo fanno passare così anche se sei già abilitato alla professione. ‘Fai esperienza’, dicono. E va bene: a zero euro al mese”.

“Quando ho saputo del concorso da operatore ecologico”, ha concluso il giovane ingegnere, “ho voluto provarci. Bisogna guardare in faccia la realtà. E ora voglio lavorare e mettere su famiglia con la mia compagna. Perché prima di essere un ingegnere sono una persona”.

VIDEO - Regali di laurea low cost

Il commento del sindaco

"Il lavoro”, ha commentato all'Ansa il sindaco di Barletta Cosimo Cannito, “è una priorità, anzi un'emergenza, e questo spinge ragazzi dal curriculum brillante, con lauree e specializzazioni, a candidarsi e vincere concorsi pubblici per fare tutt'altro rispetto a quello per cui hanno studiato e su cui, probabilmente, avevano puntato. E così un laureato in ingegneria può diventare un operatore ecologico".

"La lettura di questo fatto non può che essere sociologica”, ha aggiunto il primo cittadino, “e a questi ragazzi voglio dire che il lavoro è sempre dignitoso, ma auguro loro che questa sia una esperienza che gli possa tornare utile nella loro vita in attesa di una piena realizzazione".

VIDEO - Risparmiare per i “Fuori sede”