Benedict Cumberbatch contro la mascolinità tossica: «È un comportamento da correggere»

·1 minuto per la lettura

Benedict Cumberbatch condivide la sua opinione sulla mascolinità tossica.

Durante una recente intervista per Sky News sul suo nuovo film, «Il potere del cane», l’attore si è soffermato su alcune dinamiche di genere, in cui l’uomo ritiene di essere dominante nella società, mettendo dunque in atto una serie di comportamenti spesso con derive misogine.

«Dobbiamo correggere il comportamento degli uomini. In un mondo che mette in discussione e sottolinea le inadeguatezze dello status quo e del patriarcato è ancora più importante», ha dichiarato l’attore, che ha poi criticato la frase “non tutti gli uomini sono così”.

«Oggi abbiamo questo tipo di ribellione - prosegue -, questa negazione e questa sorta di posizione difensiva molto infantile alla “non tutti gli uomini sono cattivi” e bla bla bla. No, dobbiamo solo stare zitti e ascoltare».

Infine Cumberbatch ha spiegato che «prima o poi dovremmo fare quello che fa il film, ovvero esaminare la ragione dietro il comportamento oppressivo per sistemare gli uomini».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli