Benefici e proprietà della tisana carvi: perchè assumerla?

tisana carvi: benefici e proprietà
tisana carvi: benefici e proprietà

Il carvi è una pianta conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà disinfettanti e antispastiche, che può essere usato anche dalle donne con flusso mestruale scarso. Scopriamo nel dettaglio tutti i benefici della tisana a base di carvi.

La tisana di carvi: benefici e proprietà

Il carvi ha numerose proprietà terapeutiche tra cui quelle digestive, diuretiche e regolatrici dell’intestino. I semi sono anche espettoranti e antisettici e possono essere consumati semplicemente masticandoli dopo il pasto o sotto forma di decotto o tisana.

Ecco tutte le proprietà:

  • stomachiche (stimola l’appetito e favorisce le secrezioni gastriche),

  • digestive

  • carminative

  • antispasmodiche

  • antiputrefattive (è un blando disinfettante intestinale)

  • lassative

Le proprietà di cui vanta questa spezia, si rivelano utili a produrre sorprendenti benefici, in quanto essi possono:

  • contrastare il meteorismo

  • contrastare la flatulenza

  • combattere il gonfiore addominale

  • alleviare l’aerofagia e la dispepsia

  • attenuare gli spasmi gastrici e le gastralgie nervose

  • placare le coliche cassone dei neonati

Il carvi, stando ad alcune ricerche, aiuterebbe le donne a produrre più latte e rappresenterebbe un toccasana in caso di flusso mestruale scarso. Vanta, inoltre, ottime proprietà espettoranti, in grado di apportare significativi benefici in caso di tosse, raffreddore, sintomi influenzali e malanni stagionali ed è anche un ottimo antistaminico di origine naturale.

Habitat del carvi

Questa pianta è originaria dell’Europa e dell’Asia occidentale è diffusa anche nel nord Africa. Cresce tra 800 e 2200 metri con clima caldo, soleggiato, su terreni ben drenati. Il carvi cresce spontaneo in luoghi umidi ed erbosi, tipici delle zone subalpine e dell’Appennino settentrionale. È possibile trovarlo sia sulle colline che a grandi altitudini (fino a 2300 metri), ma necessita di una buona esposizione al sole.

Le controindicazioni del carvi

Il carvi è controindicato nei bambini al di sotto dei tre anni e, in tutte le sue preparazioni, durante gravidanza e allattamento o nei soggetti con gravi problemi a carico del fegato. Inoltre, dosi eccessive di preparati a base di carvi potrebbero far insorgere nel soggetto forti mal di testa e vertigini.