Benessere sul luogo di lavoro, la sfida di MSW Group

immagine 230 per articolo msw
immagine 230 per articolo msw

MSW Group è una società con oltre 20 anni di storia aziendale. Si occupa di vendita outbound e teleselling e ha all’attivo 3 Call Center nelle sedi di Caianello, Caserta e San Prisco.

In un incontro con il General Manager aziendale, Massimo Lauro, abbiamo parlato molto del tema del benessere sul luogo di lavoro e dell’importanza che questo assume all’interno dei valori dell’azienda. Benessere per MSW è inteso a 360 gradi e riguarda molti aspetti della vita lavorativa: i rapporti interpersonali, lo spazio lavorativo e la salute mentale e fisica dei lavoratori.

Ecco cosa ha affermato al riguardo Massimo Lauro: “In MSW Group c’è un buon clima aziendale, molta collaborazione ma anche una sana competizione. Inoltre, abbiamo delle strutture confortevoli e moderne e anche molto appaganti dal punto di vista estetico perché desideriamo dare il meglio alle nostre risorse; postazioni comode, comfort, e vari servizi come per esempio il caffè illimitato per tutti. Diamo uno spazio dove sentirsi valorizzati, sappiamo che il nostro collaboratore passa una parte importante della sua giornata in ufficio e vogliamo che si senta sereno e a suo agio.”

Come creare un buon clima tra i dipendenti?

Il clima che si respira in azienda è un fattore chiave per la salvaguardia della propria attività, da questo dipende sia il benessere dei dipendenti e collaboratori sia, di conseguenza, la loro produttività. Un clima positivo rappresenta il fondamento su cui costruire le proprie strategie aziendali. Per questo motivo è importante ascoltare i dipendenti che vivono quotidianamente l’ambiente di lavoro. La percezione che hanno dell’ambiente di lavoro infatti, rappresenta un fattore chiave per misurare il benessere all’interno di un’azienda. Questa percezione dipende da diversi fattori come l’organizzazione del lavoro, i valori aziendali, le relazioni interpersonali. Il primo passo è valorizzare le risorse in modo che si sentano coinvolte e partecipi, promuovere lo spirito di squadra e la coesione del gruppo attraverso attività di Team Building, offrire opportunità di crescita professionale e momenti di formazione e infine andare incontro alle esigenze dei dipendenti.

Come impostare lo spazio lavorativo?

Possiamo pensare che lo spazio in cui si svolge il lavoro non influisca sulla qualità dello stesso, ma non è così. Molti lavoratori trascorrono un quarto o un terzo della loro vita sul posto di lavoro. Trascorrendo più ore sul luogo di lavoro che a casa, gli ambienti lavorativi giocano un ruolo enorme sul loro benessere. Un buon spazio di lavoro aiuterà a ridurre lo stress e ad aumentare la produttività. Un ambiente che promuova la creatività dei dipendenti li aiuta a sentirsi motivati, rendendo più facile per loro svolgere i propri compiti. Anche se la creazione di nuovi e confortevoli spazi di lavoro comporta un investimento economico, questo sarà premiato con una maggiore efficienza dei dipendenti che saranno anche meno inclini ad assenze legate allo stress e saranno più reattivi, migliorando il loro modo di pensare e spesso escogitando idee più innovative. Inoltre avere la capacità di fornire aree confortevoli è un vantaggio competitivo. È un modo per attrarre nuovi talenti in un mercato del lavoro in cui sono i dipendenti a scegliere le aziende in cui vogliono lavorare.

Possiamo migliorare lo spazio lavorativo con postazioni confortevoli e dispositivi informatici moderni, luce naturale, colori a seconda di ciò che vogliamo trasmettere, musica, piante e verde, zona relax con snacks e caffè.

Come salvaguardare la salute mentale e fisica dei lavoratori?

Secondo l’OMS Si definisce luogo di lavoro sano quello in cui lavoratori e dirigenti, sulla base dei bisogni evidenziati, collaborano attivamente nell’ambito di un processo di continuo miglioramento per tutelare e promuovere la salute, la sicurezza e il benessere di tutti i lavoratori nonché la sostenibilità dell’azienda.

Inoltre, l’OMS ha evidenziato 4 fattori chiave per gli ambienti di lavoro sani:

  1. Fattori di rischio fisico presenti negli ambienti di lavoro che possono avere un impatto negativo su salute e sicurezza;

  2. Fattori di rischio psicosociale, inclusi l’organizzazione del lavoro e la cultura organizzativa, che possono avere un impatto negativo su salute, sicurezza e benessere dei lavoratori;

  3. Risorse dedicate al miglioramento delle condizioni di salute dei lavoratori (inclusa la promozione di stili di vita sani da parte del datore di lavoro);

  4. Possibilità di trasferire alle famiglie, e quindi alla comunità, le esperienze positive e gli interventi per il miglioramento della salute dei lavoratori.

È necessario creare un ambiente di lavoro sano non solo perché è giusto in termini di etica, infatti i diritti umani rappresentano un pilastro della nostra società ma anche perché è una decisione intelligente. Qualsiasi imprenditore sa bene che la felicità dei suoi lavoratori si riflette in una maggiore produttività. Se vogliamo migliori risultati, il benessere al lavoro è determinante.

Infine, rispettare il lavoratore e creare un ambiente di lavoro sereno vuol dire agire nella legalità. Un ambiente tossico sul posto di lavoro è il motivo principale di uscita dall’azienda del lavoratore ed il costo di questa cattiva gestione, spesso ignorato, è enorme. Allo stesso modo, quanto si crea una cultura positiva poni le condizioni affinché i dipendenti agiscano nell’interesse dell’azienda, si sentano appagati dal proprio lavoro e siano determinanti per l’innovazione e la crescita della propria azienda.

MSW ha studiato a fondo questi concetti che ogni giorno vengono messi in pratica nei 3 Call Center del gruppo e grazie a realtà imprenditoriali come queste, anche in Italia finalmente stanno prendendo piede valori già da tempo conosciuti negli Stati Uniti o nel Nord Europa, come quello di “Mental health”, “sostenibilità lavorativa” e “welfare aziendale”.