Beppe Convertini: «Da piccolo non mi potevo permettere di andare al mare»

Beppe Convertini ha un passato molto diverso da quello che il pubblico potrebbe immaginare.

D'altra parte il conduttore è uno dei volti pubblici più amati del piccolo schermo, che dopo un'altra stagione di successo con «Linea Verde», dal 24 luglio torna al timone anche di «Azzurro».

Tuttavia, intervistato dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni Beppe ha fatto una confessione inaspettata: «Ho scoperto tardi il mare. Provengo da una famiglia umile. Non potevamo permetterci di andare in vacanza. Dopo la scuola lavoravo come garzone nella bottega di mio cugino per guadagnare qualche soldo o andavo a fare i mercati».

Il 51enne è nato a Martina Franca, in provincia di Taranto, ma durante la sua adolescenza è capitato raramente che potesse prendere il pullman per recarsi sulle spiagge di Savelletri.

La seconda edizione del programma sulle «Storie di Mare» ha in serbo 8 puntate.

«Faremo conoscere quei mestieri legati al mare come il guardiano del faro ma anche, quelli in via d'estinzione, come il maestro d'ascia, il tonnaroto, il rais, il cordaro».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli