Beppe Fiorello ‘madrino’ del Gay Pride: risponde alle polemiche


Beppe Fiorello, che è stato “madrino” del Gay Pride di Palermo, ha risposto alle critiche ricevute in seguito alla sua partecipazione alla manifestazione.
Qualcuno infatti non ha gradito il fatto che l'attore dopo essere stato ospite d'onore di un evento celebrativo di Padre Pio abbia preso parte anche alla parata organizzata dalla comunità LGBTQ+.
Alcuni utenti rivolgendosi al divo della tv italiana hanno scritto su Instagram: "Qualche sera fa eri su Rai Uno a celebrare Padre Pio e poi vai al Pride di Palermo? Ci hai deluso".
Beppe Fiorello ha voluto replicare.
"Sono molto fiero e orgoglioso di avere deluso qualcuno. Bisogna partecipare fisicamente ai movimenti per i diritti, bisogna esserci fisicamente, per questo ci sono", ha fatto sapere.
Il 53enne ha poi aggiunto: "Ho ricevuto un invito gentile, accorato e così appassionato che non ho esitato un attimo a essere qui. Ho accettato perché avevo la voglia di esserci, non si può sempre parlare per sentito dire. Volevo partecipare a un movimento importante che sta lottando da tanto tempo per diritti fondamentali, spesso negati".
L'artista siciliano ha infine sottolineato di voler prestare la sua voce alla battaglia per cambiare le cose.
"C’è un’informazione capillare che ha creato una nuova generazione di giovani che vogliono impegnarsi in prima persona. Se la Sicilia sta accendendo luci e fari sui diritti, se c’è questa voglia di cambiamento lo dobbiamo proprio ai ragazzi, e io sono qui per dare loro una mano", ha affermato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli