Bergamo può sorridere: guarito primo neonato positivo al Covid-19

Con ancora negli occhi le immagini dei camion dell’esercito che sfilano per via Borgo Palazzo per trasportare fuori dalla città le salme dei deceduti per il coronavirus, Bergamo può tornare a sorridere seppur parzialmente. Nella giornata di ieri infatti, secondo quanto riferito dall’Ansa, un neonato di appena 38 giorni è stato dimesso dall’ospedale Papa Giovanni XXIII dopo essere guarito dal virus.

Il piccolo, di Alzano Lombardo, è stato il primo bambino in Italia ad avere contratto il coronavirus. Nato lo scorso 11 febbraio, era nato sano ed alcuni giorni dopo era sopraggiunta la febbre alta.

Dopo alcuni giorni di apprensione il 3 marzo era arrivata l’ufficialità del contagio con l’immediato ricovero presso l’ospedale Bergamasco. Dopo due settimane il lieto fine, col piccolo guarito dal virus e le conseguenti dimissioni.

VIDEO - Bergamo chiede aiuto: servono medici ed infermieri

I tamponi, effettuati anche sui neo-genitori, avevano dato due esiti contrapposti: positività per la mamma, negativo il papà. La famiglia, allargata da qualche giorni ed ora anche in salute, vive in uno dei paesi maggiormente colpiti dall’emergenza coronavirus in Lombardia.

Segnali di speranza: le buone notizie sul coronavirus

A due giorni dalle immagini che hanno sconvolto l’Italia intera, la notizia della guarigione del piccolo è un segnale di speranza che strappa un sorriso ad una comunità fortemente segnata da questa emergenza sanitaria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

CORONAVIRUS: TUTTI GLI ARTICOLI E I VIDEO SULL’EMERGENZA

“IoRestoaCasa”: APPELLI E CONSIGLI PER AFFRONTARE L’EPIDEMIA

VIDEO - Bergamo: l’ospedale si farà, parola del governatore Fontana