Bernard Arnault supera Jeff Bezos, è lui l'uomo più ricco del mondo (per qualche ora?)

·3 minuto per la lettura
Photo credit: NICHOLAS KAMM - Getty Images
Photo credit: NICHOLAS KAMM - Getty Images

Nell'inarrestabile corsa al successo la lotta è furiosa: lo sanno bene i lupi di Wall Street che monitorano il flusso dei mercati con la stessa febbricitante attenzione con cui un medico sorveglia l'elettrocardiogramma dei propri pazienti. Qui però non si tratta solo di tenere in vita il mercato, ma di sopravvivere a una competizione sfrenata che vede tra i più accaniti contendenti al ruolo di uomini più ricchi del mondo Jeff Bezos, Elon Musk, Bill Gates, Bernard Arnault e Mark Zuckerberg. Ebbene stavolta è toccato al magnate di Lvmh aggiudicarsi lo scettro più gold di sempre, superando il Ceo di Amazon che da tempo immemore detiene la prima posizione. Merito delle azioni del gruppo del lusso francese? Anche, ma non solo.

Photo credit: Marc Piasecki - Getty Images
Photo credit: Marc Piasecki - Getty Images

Come spiega Forbes, a facilitare Arnault è stato il fuso orario europeo, che ha regalato al gruppo un prezioso vantaggio di qualche ora, permettendo alla Borsa di Parigi di aprire prima e all'azionista di maggioranza di Lvmh di essere per qualche ora, nella mattinata di ieri 24 maggio, l'uomo più ricco al mondo con 186,3 miliardi e un distacco di 300 milioni rispetto al patrimonio di Bezos, ancora "fermo" a causa della chiusura di Wall Street. Non appena però anche i mercati americani hanno riaperto, il fondatore di Amazon ha riconquistato la sua ambita posizione grazie al rialzo dei titoli tecnologici, tornando così in cima alla classifica. Una corsa al cardiopalma per Bernard Arnault, che arriva a coronamento di un anno in costante crescita. Come rileva la rivista Usa, la fortuna del tycoon francese è passata da 76 miliardi di dollari nel marzo del 2020 a 186,3 miliardi di dollari, merito soprattutto della performance in Borsa di Lvmh (Louis Vuitton Moët Hennessy), le cui azioni sono salite del 77% in un anno grazie al mercato cinese dove, secondo l’analista di Jefferies Flavio Cereda, il gruppo ha registrato un fatturato di 17 miliardi di dollari per il primo trimestre del 2021, in crescita del 32% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Photo credit: Dimitrios Kambouris - Getty Images
Photo credit: Dimitrios Kambouris - Getty Images

Entrato tra i primi dieci uomini più ricchi del mondo nel 2005, con una fortuna di 13 miliardi di dollari, Bernard Arnault è stato tra i primi cinque dal 2018 ed è diventato la terza persona più ricca nel 2019, con una fortuna di 76 miliardi di dollari. Nel corso degli anni, la prima posizione nella lista dei miliardari di Forbes è stata largamente dominata dagli americani: il primo posto è stato occupato da Jeff Bezos, Elon Musk (nato in Sudafrica, ma con passaporto statunitense), Bill Gates e Warren Buffett per la maggior parte dei due decenni, con l'unica eccezione di Carlos Slim del Messico, che detenne la prima posizione dal 2010 al 2013. Oggi nella hall of fame c'è anche Arnault, che già il 16 dicembre 2019 riuscì, per lo spazio di qualche ora, a superare Bezos, diventando l’uomo più ricco del mondo. Anche in quell'occasione però le azioni di Amazon chiusero in rialzo, riportando il magnate francese al secondo posto.