Berti: tutti gli scivoloni del 71° Festival della musica italiana

·2 minuto per la lettura
verissimo orietta berti
verissimo orietta berti

Ospite di Verissimo, Orietta Berti ha raccontato la sua avventura al 71° Festival di Sanremo. La cantante è salita sul palco dell’Ariston dopo ben 29 anni di assenza e, per sua stessa ammissione, ne ha “combinate di tutti i colori“. Quali sono le gaffe andate in scena durante la settimana sanremese?

Verissimo: Orietta Berti

Orietta Berti si è presentata a Verissimo con una pelliccia rossa che avrebbe dovuto indossare durante una delle cinque serate del 71° Festival di Sanremo. La cantante non ha potuto sfoggiarla durante la kermesse musicale e, visto che i look portati all’Ariston hanno registrato un grande successo, ha approfittato del salotto di Silvia Toffanin per mostrare un capo che passerà alla storia. Si tratta di una pelliccia rossa tipo coprispalla, con il suo nome ben stampato sul retro. Oltre all’outfit, però, Orietta ha anche parlato della sua avventura al Festival. Erano ben 29 anni che non si esibiva all’Ariston, ma l’emozione non le ha giocato brutti scherzi. Sono state le gaffe, invece, ad averla resa iconica.

Il primo scivolone della Berti è andato in scena nella prima serata della kermesse, quando si è esibita con i pantaloni che le scendevano. Anche se un assistente di studio le ha donato una spilla da balia, stava per rimanere in mutande sul palco. “Ne ho combinate di tutti i colori“, ha ammesso la cantante.

Oltre all’episodio dei pantaloni, Orietta ha raccontato anche la disavventura avuta con i poliziotti quando ha violato il coprifuoco. Tutto qui? Ovvio che no. L’artista ha allagato la sua camera d’albergo e ha dovuto chiedere aiuto al figlio: hanno trascorso l’intera notte a raccogliere l’acqua. “Il giorno dopo non sentivo le braccia“, ha confessato. Come dimenticare poi quando ha chiamato i ManeskinNaziskin“? Dulcis in fundo, ha anche rischiato di cadere proprio mentre raggiungeva il palco per l’esibizione: “Mi ha salvato un tecnico dello staff“. Qual è stato il momento più bello di Sanremo 2021? Ha ammesso:

“Il premio più bello è quando i musicisti hanno votato i duetti, mi hanno fatto arrivare al secondo posto. Per me è stato il massimo“.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.