Bill Clinton: "Ecco perché andai con Monica Lewinsky"

Bill Clinton (REUTERS/ Leah Millis)

Rivelazione shock dell’ex Presidente degli Stati Uniti d’America, Bill Clinton. Il 77enne ha svelato alcuni dettagli sull’affaire Monica Lewinsky, lo scandalo sessuale che lo vide coinvolto nel 1995, insieme alla giovane stagista. Clinton ha spiegato i motivi per i quali avrebbe consumato rapporti sessuali con l’allora collaboratrice durante un’intervista contenuta nel documentario dedicato alla vita della moglie Hillary. Ecco tutti i dettagli.

La verità di Bill Clinton

La confessione dell’ex presidente Usa è stata fornita nell’ambito di un documentario in onda oggi sul servizio di video in streaming Hulu. La pellicola, intitolata semplicemente Hillary e diretta dalla regista Nanette Burstein, mette in sequenza spezzoni di ben 35 ore di interviste concesse dalla ex first lady e da molti collaboratori dell’esponente democratica.

Tra le testimonianze che compongono il docufilm vi è appunto, come riporta il The Sun, anche quella di Bill, che ha raccontato, senza filtri, la sua relazione clandestina con la Lewinsky. L’allora inquilino della Casa Bianca avrebbe deciso di fare sesso con la stagista per "sentirsi meno stressato dal proprio lavoro" e per trascorrere un po' di tempo "senza pensieri per la testa".

LEGGI ANCHE: Disimpeachment: Trump assolto e rilanciato

La scappatella, secondo l’ex Presidente, era “solo un’occasione per rilassarsi” e per non sentire momentaneamente “il peso delle responsabilità” dell’uomo più potente del mondo. Sempre nelle dichiarazioni citate The Sun, Clinton giustifica la sua condotta precisando che si sentiva “come un pugile che ha appena combattuto in trenta round”. Di conseguenza, avere rapporti intimi con la giovane Monica gli consentiva di “staccare la spina” per qualche minuto dal lavoro.

L’ex capo di Stato dichiara poi che, negli attimi in cui era solo con la stagista, non rifletteva affatto sulle conseguenze che la sua condotta sessuale incriminata avrebbero prodotto sulla serenità familiare e sulla sua immagine pubblica. “Pensavo solo a distrarmi”, ha confessato Clinton, giurando di sentirsi “devastato” nel pensare che la vita della Lewinsky sia ormai segnata per sempre da quello scandalo a luci rosse.

Il dolore di Hillary e della figlia Chelsea

Nel documentario Bill Clinton ha anche descritto i momenti drammatici con la sua famiglia, dopo aver confessato il tradimento alla moglie e alla figlia, all’epoca 18enne. Dopo la scabrosa rivelazione, gli allora coniugi presidenziali decisero di sottoporsi a delle “dolorose” sedute di terapia di coppia.

Fu poi la volta, sempre secondo il racconto di Bill Clinton, di un’altra straziante situazione: quella in cui egli confessò la scappatella con la Lewinsky alla figlia Chelsea Clinton. Malgrado la gravità dello scandalo che lui aveva fatto piovere sulla sua famiglia, Bill,, sempre durante l’intervista, assicura che sia Hillary sia la figlia, si strinsero al suo fianco e presero a sostenerlo con forza durante il tentato impeachment del 1998 contro di lui.


GUARDA ANCHE - Hillary Clinton guest star a Cernobbio