Bill Cosby torna in libertà: annullata la condanna per stupro

·1 minuto per la lettura

Clamoroso risvolto nel caso giudiziario di Bill Cosby.

I giudici della Pennsylvania hanno annullato la sentenza con la quale l’attore era stato condannato per stupro a una pena che andava dai 3 ai 10 anni di detenzione: l’83enne è ora un uomo libero.

Cosby era stato condannato nel 2018 per aver drogato e aggredito sessualmente Andrea Constand, ex allieva della Temple University, per fatti risalenti al 2004.

Bill si è sempre dichiarato innocente, ribadendo di avere avuto solamente rapporti sessuali consenzienti.

Ad agosto i suoi legali hanno presentato ricorso presso la Corte Suprema della Pennsylvania sostenendo come l’attore non avesse ricevuto un processo equo poiché i pm avevano chiamato a deporre testimoni «vecchi di decenni».

La difesa ha poi contestato il fatto che i giudici avessero utilizzato una vecchia deposizione dell’attore, nella quale ammetteva di fare uso di metaqualone, un farmaco con azione sedativa-ipnotica, in riferimento ai «suoi comportamenti sessuali».

Cosby, all’epoca, aveva accettato di testimoniare sulla promessa che non sarebbe stato accusato nel caso riguardante la Constand.

Mercoledì, 30 giugno, il caso è stato analizzato dai magistrati della Pennsylvania, che hanno scarcerato la star de «I Robinson».

Oltre alla Constand, l’attore è stato accusato di abusi sessuali da parte di oltre 50 donne.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli