"Black Friday". Indigna la copertina del Corriere dello Sport. Roma e Milan chiudono porte al giornale. Zazzaroni prova a difendersi

Giorgio Catania

Sta facendo discutere la copertina di giovedì 5 dicembre del Corriere dello Sport. Il quotidiano sportivo romano ha infatti aperto la sua edizione con la foto di Lukaku e Smalling col titolo di “Black Friday”, facendo riferimento al colore della pelle dei due calciatori, protagonisti del match fra Inter e Roma di venerdì 6 dicembre.

Una scelta che molti non hanno apprezzato, soprattutto ora che si sta cercando di contrastare con tutti i mezzi il razzismo anche nel mondo del calcio. L’episodio è infatti avvenuto a pochi giorni dalla lettera aperta “a chi ama il calcio” sottoscritta dai 20 club di Serie A per schierarsi attivamente contro il razzismo e lanciare un messaggio forte.

Sui social si è alzato subito un coro di protesta contro il giornale sportivo. Tra i tantissimi tweet che in queste ore stanno prendendo di mira il Corriere, c’è anche quello della stessa AS Roma, che dal suo canale inglese ha twittato contro la prima pagina del giornale: “No one, absolutely nobody. Not a single soul”.

Moltissime le critiche dei tifosi e degli utenti che in questi minuti stanno invadendo Twitter: “E poi c’è chi si chiede perché abbiamo un problema col razzismo in Italia”; “ma in quale civiltà viviamo?”; “stavolta l’hanno fatta davvero grossa, che sia razzista o no, è comunque un titolo vergognoso. L’editore del Corriere dello Sport dovrebbe chiedere scusa”.

Arriva, intanto, la risposta dei due team. La Roma e il Milan chiudono le porte dei centri di allenamento, Trigoria e Milanello, ai giornalisti del Corriere dello Sport dopo le polemiche sul titolo di apertura di oggi, “Crediamo che tutti i giocatori, i club, i tifosi e i media - scrivono in un comunicato congiunto le due società - debbano essere uniti nella lotta contro il razzismo nel mondo del calcio ed è responsabilità...

Continua a leggere su HuffPost