Blanco spesso in mutande in pubblico: il vero motivo


Il pubblico è ormai abituato a vederlo praticamente senza veli, con addosso solo l’intimo. Ora il cantante Blanco ha spiegato com’è nata l’abitudine di stare in mutande anche quando è tra sconosciuti. Lo ha intervistato Pierpaolo Piccoli, direttore creativo di Valentino, sul magazine GQ.
Quando gli ha chiesto di questa particolarità, il 19enne bresciano ha risposto: “Io fin da piccolo sono abituato a girare in casa in mutande, poi una volta proprio agli inizi è venuta una ragazza a fare uno shooting a casa mia e stava cercando degli outfit nel mio armadio, però sincero era tutto uno schifo, e non c’era niente che funzionasse”.
“Era estate, io ero in mutande, e mi fa ‘vabbè allora facciamole in mutande’ e poi da lì è nata la cover di Notti in Bianco in cui sto correndo senza nulla addosso nei campi”, ha aggiunto.
“Se stare in intimo è anche liberarsi dagli schemi? Sì è vero”, ha quindi continuato.
Il vincitore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo (con il brano ‘Brividi’, proposto insieme a Mahmood) ha infine concluso: “Sì non è difficile vedermi senza maglietta o cose del genere. Se andare senza vestiti nei boschi mi ha aiutato? Sì, mi ha fatto trovare la mia dimensione, mi ha fatto stare a contatto col mio corpo in modo positivo. Quindi dire che è una cosa bella”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli