Relazioni tra colleghi: pro e contro

Nel posto di lavoro si passa la gran parte della giornata. Non è raro, quindi, che tra una riunione, un caffè, una promozione e la pausa pranzo ci scappi pure l'amore!

Le relazioni tra colleghi, ancora più delle altre, hanno dei pro e dei contro molto ben delineati. Diversi, nel corso degli anni, sono stati i sondaggi che hanno riguardato questo dibattuto tema: sessuologi, statisti, giornalisti e blogger hanno più volte sentenziato sugli aspetti positivi e quelli negativi dei rapporti tra vicini di scrivania.

Le percentuali

In Italia, più del 30% delle persone sta vivendo una relazione con un collega o con un suo superiore. Le motivazioni principali che fanno scattare la scintilla in ufficio sono le seguenti:

  • Le ore trascorse insieme (20%)

  • Gli interessi comuni (19%)

  • La condivisione delle ansie, dello stress e dei successi (10%)

[Yahoo! Lifestyle - L'amore ai tempi dello speed date]

Ed ora, dati alla mano, passiamo ai pro ed ai contro delle relazioni tra colleghi!

  • I pro

Più tranquilli e sicuri

Condividere il proprio posto di lavoro con il partner, specie per le persone poco sicure, gelose e diffidenti, rappresenta una vera e propria manna.

Pranzi di lavoro, pause caffè ed aperitivi, viaggi di lavoro: non conoscere a fondo tutti gli elementi e i comportamenti sul posto di lavoro del nostro compagno può alimentare gelosie ossessive e, di conseguenza, comportamenti deleteri per la salute della coppia. Lavorare a stretto contatto con lui/lei può renderci più tranquilli, sicuri di noi, e, nei migliori casi, più fiduciosi ed elastici nella concessione degli spazi individuali.

Relazioni più equilibrate

Il posto di lavoro crea, molto spesso, coppie ben assortite e rapporti solidi alle basi in quanto si ha occasione di incontrare persone che condividono i nostri interessi e passioni. Chi frequenta lo stesso ambito professionale ha alle spalle un bagaglio formativo e di esperienze comune.

Si rende meglio

Secondo uno studio pubblicato qualche tempo fa dalla sessuologa norvegese Elsa Aalmas sulla rivista "Dagens Naeringsliv", chi intrattiene una relazione con un/una collega è portato a lavorare di più pur di trascorrere più tempo col proprio partner. Le relazioni tra colleghi rendono infatti più concentrati, più energici e spingono ad adottare un contegno più professionale.

[Yahoo! Lifestyle - Il ritorno dell'ex: cosa fare?]


  • I contro

Relazioni scopo carriera

Una ricerca effettuata dalla sessuologa Serenella Salomoni ha rilevato che molte donne (il 65%) hanno una storia con un "superiore", e una su tre di ammette di aspirare, grazie a questa, ad una bella promozione. Solo il 15% delle intervistate ha una relazione con un collega che occupa una posizione gerarchicamente meno elevata della loro.

Pettegolezzi e clandestinità

Una celebre canzone di Fabrizio De Andrè ("Verranno a chiederti del nostro amore", tratta dall'album "Storia di un impiegato" del 1973), recitava "Sono riusciti a cambiarci, ci sono riusciti, lo sai".

Ed è proprio così: in una relazione tra colleghi gioca un ruolo fondamentale (negativo) la paura di essere oggetto di pettegolezzi e cattiverie sul posto di lavoro. A causa di questo timore, più delle metà di queste storie vivono in clandestinità, fattore che, a lungo andare, porta in queste coppie un livello di tensione tale che, molto spesso, ne determina la fine.

La coppia non respira

Una coppia di colleghi rischia anche di scoppiare per soffocamento! Lavorando insieme c'è il rischio di non staccarsi mai l'una dall'altro. Il rapporto, così, non ha momenti di pausa e non riesce a depurarsi dagli stress quotidiani. Per chi affronta una storia con un collega, i momenti liberi possono diventare un prosieguo del lavoro. Pur non volendo, si finisce per parlare della vita in ufficio anche nel fine settimana e per vivere insieme momenti di grande stress emotivo.

Leggi gli altri articoli di That's Amore

Credits: Fotolia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli