Borracce di moda: l’accessorio da avere per essere più eco-friendly

borracce

Un tempo riservate quasi esclusivamente agli sportivi, oggi le borracce eco-friendly stanno diventando sempre più popolari in alternativa alle bottiglie usa e getta. In ufficio, nelle scuole e università, le borracce sono ormai ovunque.
Questa moda nasce da una cresciuta attenzione per l’ambiente ma anche dal desiderio di distinguersi, tanto da fare la sua comparsa anche nelle sfilate di moda.
È proprio questo il tema dell’infografica “Borraccia Mania”, realizzata da Loopper, brand specializzato in gadget personalizzabili. È interessante approfondire questo fenomeno esaminando statistiche aggiornate che ci permettono di intuire come siamo diventati più attenti a un consumo plastic-free e rispettoso del pianeta.
Il valore del mercato globale delle borracce è stato stimato intorno agli 8,1 miliardi di dollari nel 2018 ed è prevista una crescita del 3,9% dal 2019 al 2025. Il trend è positivo anche per l’Italia: le vendite sono aumentate del 20 per cento nel 2019 rispetto al 2018.

Perché usare una borraccia?

L’inquinamento da plastica rappresenta oggi una delle emergenze ambientali più gravi per il nostro pianeta e per le specie marine che abitano nei nostri oceani.
Numerosi studi hanno dimostrato che purtroppo soltanto il 20 per cento della produzione è stato smaltito correttamente, il resto finisce soprattutto nei fondali marini diventando così un’arma letale che può essere inghiottita dalla fauna marina, con gravi danni per i pesci e con l’alto rischio che, mediante la catena alimentare, ciò che viene ingerito dai pesci possa finire sulle nostre tavole.
Il consumo di bottiglie di plastica è una della cause più rilevanti di questa forma di inquinamento e se non diminuiamo l’uso di questo materiale, entro il 2050 ci sarà più plastica che pesci nei mari.

Grazie ai dati forniti dall’Istituto di Ricerca sulle Acque, abbiamo riscontrato che l’Italia è al quinto posto per qualità dell’acqua del rubinetto, è un acqua sicura, controllata, che contiene sali minerali in quantità corretta ed equilibrata.

La sua qualità deriva dal fatto che l’85% delle fonti sono sotterranee: l’acqua di falda è sempre migliore di quella di superficie. Da non sottovalutare infine l’aspetto economico: è stato calcolato che una famiglia spende in media tra i 40 e i 60 euro al mese per l’acquisto di acqua minerale in bottiglia, mentre il costo dell’acqua del rubinetto è di circa 0.001 euro al litro.
La dotazione di una borraccia ecologia rappresenta un deciso passo avanti verso la riduzione dell’utilizzo della plastica monouso.
Si tratta di un gesto piccolo ma decisivo, soprattutto in Italia, poiché è il primo paese in Europa per consumo di acqua in bottiglia.