Brad Pitt difende Ana De Armas, attaccata per il ruolo di Marilyn Monroe

A Brad Pitt è piaciuta la performance di Ana De Armas nei panni di Marilyn Monroe.

L’attrice di origini cubane è stata fortemente attaccata dopo il rilascio del trailer del nuovo film «Blonde», per via del suo forte accento spagnolo.

Nonostante abbia trascorso nove mesi per calarsi nella parte di Marilyn, la star - a dir di molti - non sarebbe riuscita a catturare il tono della voce dell’icona di Hollywood.

A difesa dell’attrice è intervenuto Brad, che ha prodotto la pellicola attraverso la sua compagnia Plan B Entertainment.

«È fenomenale», ha dichiarato Pitt a Entertainment Tonight.

Dopo aver sottolineato che vestire i panni di Marilyn è cosa «davvero difficile», l’attore ha ricordato come la gestazione del progetto sia iniziata nel 2010.

«Il film non è stato fatto fino a quando non abbiamo trovato Ana e siamo riusciti a tagliare il traguardo», ha spiegato.

Il film, basato sull’omonimo romanzo di Joyce Carol Oates, è un racconto drammatico della vita di Marilyn, dall’adolescenza in cui era semplicemente Norma Jeane fino alla fama mondiale.

«Blonde» arriverà su Netflix il 28 settembre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli