Brad Pitt ottiene la custodia congiunta dei figli

·2 minuto per la lettura

Brad Pitt ottiene la custodia congiunta dei figli con Angelina Jolie.

La news rappresenta una grande vittoria per il Premio Oscar, che lotta da quasi cinque anni per avere gli stessi diritti dell’ex moglie sui loro sei bambini.

Angelina non avrebbe reagito bene alla notizia e - come riporta il Page Six -, si è detta pronta a un nuovo duello in tribunale per avere la custodia esclusiva.

John Ouderkirk, il giudice privato assunto dall’ex coppia per sbrogliare il caso, ha emesso la sua sentenza, basandosi sulle testimonianze di esperti e psicologi, oltre a persone vicine all’ex coppia.

Una fonte ha rivelato: «C’è stato un cambiamento significativo negli accordi di custodia sulla base di una decisione estremamente dettagliata presa dal giudice. Brad stava solo cercando di passare più tempo con i suoi figli ed era chiaro che Angelina volesse impedirglielo a tutti i costi».

Ulteriori dettagli non sono disponibili poiché la documentazione legale sul caso è chiusa e sigillata.

Appena due giorni fa, Angelina aveva firmato una mozione in cui sosteneva che il giudice si era rifiutato di far testimoniare i figli.

La star di Hollywood si era appellata a una legge della California, che prevede che un soggetto di età superiore ai 14 anni può essere ascoltato in tribunale: Pax ha 17 anni, Zahara, 16, e Shiloh, 14.

Il figlio maggiore, Maddox, ha 19 anni e non è soggetto alle decisioni del giudice sulla custodia.

«Il giudice Ouderkirk ha negato alla signora Jolie un processo equo, escludendo impropriamente le sue prove rilevanti per la salute, la sicurezza e il benessere dei bambini, prove fondamentali per la sua causa», si legge in un documento depositato presso la Corte d’appello.

I due ex lottano per la custodia congiunta dal 2016, anno in cui Angelina ha chiesto il divorzio dopo appena due anni di matrimonio.

Prima di convolare a nozze, la coppia si è frequentata per oltre 10 anni.