Brad Pitt sconfitto da Angelina Jolie nella causa sull’azienda vinicola

Brad Pitt dovrà consegnare all’ex moglie Angelina Jolie i documenti relativi alla loro azienda vinicola.

I due attori si stanno contendendo da mesi la proprietà dello Chateau Miraval, in Provenza, che hanno comprato insieme durante la loro relazione.

Dopo la separazione, Jolie ha venduto le sue quote a Tenute del Mondo, una società sussidiaria del gigante dei liquori Stoli Group, con cui Pitt si rifiuta di collaborare.

I legali di Brad hanno tentato di respingere la richiesta di Angelina di ottenere la documentazione utile. Il 22 luglio, tuttavia, un giudice di Los Angeles ha imposto all’attore di consegnare i fascicoli al team legale dell’ex moglie.

Secondo una fonte non identificata, Brad starebbe riversando negli affari la sua rabbia per la separazione. «Qualsiasi essere umano razionale sarebbe felice che Stoli diventi un partner nei loro affari. Hanno un marketing e una distribuzione di prim'ordine. Brad non riesce a vedere oltre il suo odio per Angelina».

Un’altra fonte vicina a Pitt ha invece fornito una spiegazione totalmente diversa. «Ogni genitore considererebbe come migliore soluzione per i figli il mantenimento dell’intera proprietà, sempre più preziosa e in espansione», ha detto l’insider.

Brad e Angelina condividono sei figli. Hanno iniziato a frequentarsi nel 2005, si sono sposati nella tenuta francese nel 2014, per poi divorziare nel 2016.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli