Brad Pitt sfida Angelina Jolie in tribunale

·1 minuto per la lettura

Brad Pitt ha presentato una petizione alla Corte Suprema della California contro la vittoria dell’ex moglie Angelina Jolie in merito alla custodia congiunta dei figli.

Secondo l’attore 57enne, ad Angie non avrebbe dovuto essere concessa la custodia dei cinque figli minori della coppia a causa di un «errore amministrativo» da parte del giudice John W. Ouderkirk, un giudice temporaneo selezionato congiuntamente.

Ouderkirk ha concesso la custodia congiunta alla Jolie a maggio. Tuttavia lo stesso giudice è stato successivamente interdetto dalla causa per non aver gestito adeguatamente la relazione giudiziaria con gli avvocati di Pitt.

Nei documenti ottenuti da Variety, i legali dell’attore sostengono che il licenziamento del giudice «ha di fatto capovolto il sistema di giudizio provvisorio costituzionalmente autorizzato in California».

La star di Tomb Raider ha chiesto il divorzio nel 2016, dopo due anni di matrimonio e dieci anni insieme. Ouderkirk, che ha sposato la coppia nel 2014, ha confermato il divorzio nel 2019.

La Jolie si è battuta per rimuovere Ouderkirk dal caso: prima ha perso una petizione, ma successivamente ha vinto un appello dove si citavano i presunti legami d’affari tra gli avvocati di Pitt e il giudice.

«Stiamo chiedendo la revisione presso la Corte Suprema della California perché il giudice provvisorio, che era stato nominato e ripetutamente rinnovato da entrambe le parti, è stato indebitamente interdetto dopo aver fornito una decisione di custodia dettagliata e basata sui fatti, a seguito di un lungo processo legale con più testimoni ed esperti», hanno detto gli avvocati di Pitt in una nota.

Pitt e la Jolie sono genitori di sei figli; tre adottati e tre biologici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli