Bradley Cooper e le sette nomination agli Oscar: «Un regista mi ha umiliato»

Bradley Cooper può fregiarsi di aver ottenuto svariate nomination agli Oscar.

Tuttavia un famoso regista - di cui preferisce non fare il nome -, durante un after party ha umiliato pubblicamente l’attore, candidato all’Oscar come Migliore attore e produttore per «American Sniper» e Migliore attore, sceneggiatura originale e Miglior film per «A Star Is Born».

Proprio durante la award season, un famoso regista si avvicinò a Cooper, che si trovava in compagnia di un’attrice, a sua volta candidata tre volte agli Academy Awards, dicendogli: «In che mondo viviamo se tu hai sette nomination e lei solo tre?», ha confidato Bradley. «Mi sono detto: “Fratello, perché sei così stronzo?”». Cooper ha poi detto ai conduttori del podcast SmartLess: «Non lo dimenticherei mai, ca***. Vada a farsi f*****».

Le candidature di Bradley sono poi aumentate grazie a «Joker» e «Nightmare Alley», film da lui co-prodotti.

Bradley si è infine soffermato sulle riprese di «Maestro», film in cui interpreta il compositore Leonard Bernstein, che stavolta potrebbe valergli direttamente l’Oscar.

«Avevo un'arma segreta in A Star is Born. Era Lady Gaga. L'arma segreta che ho in questo film sono Leonard Bernstein e Gustav Mahler. La musica!», ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli