Brooke Shields, dopo l'incidente: "Temevo di restare paralizzata"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(Photo by Theo Wargo/WireImage,)
(Photo by Theo Wargo/WireImage,)

Una brutta caduta in palestra, la rottura del femore e diverse complicazioni che l’hanno portata a rischiare la vita. “Sto imparando di nuovo a camminare, temevo di restare paralizzata” ha raccontato l’attrice di “Laguna Blu” alla rivista People. L’ex moglie di Agassi ha spiegato di essersi rotta il femore destro in una palestra di New York, dopo essere caduta da una pedana di equilibrio.

“Era come se stessi cadendo al rallentatore, ricordo che poi ho cominciato a urlare. Ho gridato come non ho mai fatto prima, un suono mai udito prima, il dolore era terribile”, ha rivelato la Shields che su Instagram ha mostrato diverse foto della sua esperienza.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Poi il calvario in ospedale: un primo intervento con l’inserimento di due protesi metalliche a cui è seguita una seconda operazione con altre placche per sostenere una frattura scomposta. L’attrice 55enne è tornata a casa, salvo essere nuovamente ricoverata per un’infezione. Per salvarla sono state rese necessarie un’altra operazione e tre trasfusioni sanguigne. “Per poco non sono andata in setticemia. Mi sembra davvero incredibile”, ha rivelato l’attrice 55enne che adesso ha iniziato un’intensa riabilitazione: “Mi sento indifesa, è scioccante, non posso neanche restare in piedi”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

GUARDA ANCHE: Gianni Morandi 10 giorni dopo l'incidente "Sono stato fortunato"