Busia, l'ex cane randagio che assiste i soldati ucraini feriti

Busia è stata ritrovata mentre vagava affamata e spaventata per le strade di Leopoli. Adottata dall’associazione Four Paws, organizzazione globale per il benessere degli animali, è stata scelta per assistere i soldati feriti dell'Ucraina, dopo aver messo in evidenza le sue caratteristiche di docilità e capacita di entrare in empatia con le persone. L’associazione Four Paws offre l’intervento di assistenza agli animali (AAI), sviluppato a beneficio sia degli animali sia delle persone, anche nei Paesi colpiti dalla guerra.

GUARDA ANCHE: Hai trovato un cane abbandonato? Ecco chi chiamare

Grazie a questo programma, i cani randagi vengono prima selezionati in base alle caratteristiche e poi addestrati e certificati da esperti per diventare cani da terapia. Busia è rientrata a pieno titolo in questo programma dimostrando da subito una capacità straordinaria di recepire gli ordini e l’addestramento. Il cane è in grado di fornire un supporto emotivo e la prevenzione del disturbo da stress post-traumatico ai militari delle forze armate ucraine che hanno subito lesioni e sono attualmente ricoverati nell'ospedale di Vinnytsia, nell'Ucraina centrale. Nelle sedute psicologiche a cui i soldati vengono sottoposti, il cane si è dimostrato capace di creare un clima disteso e rilassante. In questo modo è più facile che i soldati si aprano e parlino delle esperienze che hanno vissuto.

Busia, da randagia a Leopoli a cane da terapia per i soldati feriti
Busia, da randagia a Leopoli a cane da terapia per i soldati feriti

Viktoriia Habryk, la psicologa di Four Paws che lavora con Busia, ha rilasciato una dichiarazione sul sito dell’associazione: “Il compito principale del nostro lavoro è supportare e assistere nella riabilitazione dei pazienti dopo che sono stati esposti a ostilità, operazioni di soccorso e feriti, al fine di prevenire il PTSD (disturbo da stress post-traumatico), che è già una malattia psichiatrica. Se i pazienti vogliono comunicare ma hanno difficoltà a farlo, in molti casi è più facile con un cane che con un essere umano. Spesso veniamo in ospedale e notiamo che una persona che non ha parlato con nessuno inizia a interagire con il cane dopo poco tempo. Busia è una terapeuta professionale e fornisce un prezioso supporto alle persone e al nostro lavoro. Riesce a individuare le persone tese, stressate o traumatizzate e le sta vicino invitandole a interagire. I pazienti iniziano ad accarezzarla, ad abbracciarla e gradualmente si calmano”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli