L'esercito della salvezza. Per il Recovery Fund regia a tre, 6 manager e una maxi task force

Gabriella Cerami
·Politics reporter, L'Huffington post
·2 minuto per la lettura
Conferenza Stampa Conte e Gualtieri (Photo: ANSA)
Conferenza Stampa Conte e Gualtieri (Photo: ANSA)

Una nuova maxi task force, un Comitato interministeriale affari europei, un organo politico, un comitato esecutivo costituito da sei manager. Ecco la gigantesca macchina che gestirà nei prossimi mesi i 209 miliardi in arrivo dall’Europa per attuare un piano di ripresa, il Recovery Fund. Si è discusso di questo durante l’incontro a Palazzo Chigi tra il premier Conte e due rappresentanti per ogni partito di maggioranza. Presenti anche i ministri dell’Economia Roberto Gualtieri (Pd), degli Affari europei Enzo Amendola (Pd) e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro (M5S). Durante il vertice non sono mancati momenti di tensione sul Meccanismo europeo di stabilità, con il Movimento 5 Stelle profondamente contrario al suo utilizzo in ambito sanitario.

Intanto prende forma una struttura che vede un organo politico e un organo tecnico-esecutivo. L’organo politico ruota attorno al Ciae, il Comitato interministeriale per gli affari europei, guidato dal ministro Amendola (delegato ai rapporti con Bruxelles) e ha come figure di riferimento il premier Conte e i ministri Gualtieri (Economia) e Patuanelli (Sviluppo economico). L’organo tecnico avrà un comitato esecutivo costituito da 6 manager, responsabili degli obiettivi del Recovery Fund, anche con poteri sostitutivi rispetto ai soggetti attuatori, coadiuvati da una task force di 300 persone.

Durante l’incontro, come si è detto, si è discusso anche del tema più spinoso, quello del Mes su cui le posizioni all’interno della maggioranza sono diverse. Secondo alcuni retroscena il M5S avrebbe proposto di scrivere una risoluzione di maggioranza, da votare in Parlamento il 9 dicembre, per specificare il fatto che l’Italia non farà ricorso al Mes sanitario. “La nostra linea è che la riforma del Mes si discute in Parlamento e, comunque, va messo nero su bianco che non si userà”, fann...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.