Caffè: mai berlo prima dello shopping

Molti di noi si fermano per una tazza di caffè prima di affrontare una giornata di shopping o delle commissioni.

Tuttavia secondo un nuovo studio, quel break potrebbe non essere l'idea migliore: soprattutto se si cerca di risparmiare denaro.

Si tratta di uno studio condotto da diverse istituzioni, tra cui l'Università della Florida del Sud e della Louisiana State University, secondo cui «bere una bevanda contenente caffeina prima di fare shopping, porta ad acquistare più articoli e a spendere di più».

I ricercatori affermano che l'effetto della caffeina è più forte per i prodotti «ad alto tasso edonistico» - come candele profumate, fragranze e oggetti d'arredo - e più debole per i prodotti «a basso contenuto edonistico» - come quaderni, utensili da cucina e cestini.

Nell'ambito dello studio il team ha allestito una postazione che distribuiva caffè espresso vicino all'ingresso di due diversi negozi al dettaglio, in due grandi città francesi, e fuori da un grande magazzino in Spagna.

All'ingresso alla metà dei 300 acquirenti è stata consegnata una tazza di caffè in omaggio contenente caffeina, mentre all'altra metà è stato offerto un decaffeinato o dell’acqua.

«Abbiamo riscontrato che il gruppo della caffeina ha speso molto di più e ha acquistato un numero di articoli maggiore, rispetto a chi ha bevuto decaffeinato o acqua - riferiscono gli autori -. Nel complesso, se gli acquirenti consumano caffeina prima o durante gli acquisti, i rivenditori possono trarne un vantaggio finanziario, e gli effetti sono più forti sui prodotti ad alto contenuto di edonico. Questo è importante per i rivenditori che determinano così la proporzione di prodotti edonici da distribuire nei loro negozi».

I risultati completi sono stati pubblicati sul Journal of Marketing.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli