Cagliari, rientra dalla Cina e si mette in quarantena da sola

Cagliari, rientra dalla Cina e si mette da sola in quarantena

Nel giorno del rimpatrio degli italiani da Wuhan, focolaio del coronavirus, da Cagliari arriva la storia di una donna che ha deciso di mettersi in quarantena da sola.

LEGGI ANCHE - Gli esperti rispondono alle fake news sul coronavirus

Mentre si vendono “pacchi” di mascherine a un euro al mercatino dell’usato di Cagliari, in Gallura - come riporta Ansa - c’è una donna che ha deciso di "isolarsi" in quarantena per sopire alcuni "sospetti" su un possibile contagio.

VIDEO - Coronavirus, l’appello della studentessa italiana

La storia è quella della signora Wu, una commerciante cinese che gestisce un negozio di abbigliamento e altri articoli per la casa, giocattoli e accessori ad Arzachena (Sassari).

SFOGLIA LA GALLERY - Il nuovo ospedale di Wuhan è pronto

Un testimone, in un post su Facebook riportato dalla Nuova Sardegna, ha raccontato: "Rientrata da sola dalla Cina il 30/01, atterrata ad aeroporto di Cagliari dopo i controlli effettuati sull'aereo con risultato Negativo", è iniziata a circolare la voce che la proprietaria del negozio fosse stata contagiata dal coronavirus di Wuhan.

VIDEO - Che cos’è il virus cinese?

Così, per evitare fake news e "per garantire la sicurezza di tutti noi del territorio, ha deciso di sua spontanea volontà di alloggiarsi in un appartamento vicino all'aeroporto per 15 giorni (tempo necessario in caso di apparizione virus) e al fine di questi, effettuerà di nuovo gli esami per essere sicura di poter rientrare a casa".