Calcio, addio a Mauro Bellugi: la sua lotta con il Covid aveva commosso

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Mauro Bellugi
Mauro Bellugi

La sua lotta contro il Coronavirus aveva commosso tutti. È morto stamattina all'ospedale Niguarda di Milano Mauro Bellugi, in seguito a un'infezione. L'ex calciatore di Inter, Bologna, Napoli e della Nazionale, 71 anni compiuti il 7 febbraio, soffriva da tempo di anemia mediterranea, una malattia del sangue divenuta devastante a causa del Covid, che lo aveva colpito lo scorso novembre.

LEGGI ANCHE: "Non mollo, bisogna essere più forti che in campo"

VIDEO - Conte ricorda Mauro Bellugi

La doppia amputazione e la voglia di non arrendersi

Aveva subito a dicembre l'amputazione di entrambe la gambe per complicazioni legate al virus ed era sempre rimasto ricoverato nella struttura. Non si è mai arreso né perso d'animo di fronte al dramma della malattia. Una cosa “inaspettata e troppo esagerata, ma è successo, bisogna risolverla con la pazienza e bisogna essere più tosti che in campo”, aveva detto l'ex difensore dal letto dell'ospedale solo poche settimane fa.

Tanti i messaggi di cordoglio e i ricordi dei tifosi sui social network.

LEGGI ANCHE: Terzino vecchio stampo, gentiluomo fuori dal campo. Chi era Mauro Bellugi

LEGGI ANCHE: Morte Bellugi, il ricordo degli azzurri

GUARDA ANCHE: Si può prevedere chi si ammalerà gravemente di Covid?