Call my agent - Italia: la seconda serie si farà

La seconda stagione del remake «Call my agent - Italia» è già in calendario.

Lo ha deciso Sky che promuoverà un sequel a scatola chiusa, prima ancora di aver proposto la serie in tv.

Diretta da Luca Ribuoli e sceneggiata da Lisa Nur Sultan, la serie Sky Original prodotta da Sky Studios e Palomar, remake del cult francese, «Dix pour cent», nota come «Call my agent!», prevede di spopolare grazie all’ironia con la quale vengono raccontate le vicende dell’agenzia di management di artisti, CMA (Claudio Maiorana Agency), alle prese con lo star system italiano.

«All’inizio del progetto una domanda ricorrente, visto che nell'originale francese c'erano divi come Isabelle Huppert - ha detto Lisa Nur Sultan - ci si chiedeva: “Ma noi ce li abbiamo nomi equivalenti?”».

La risposta è caduta sui big made in Italy Paola Cortellesi, Paolo Sorrentino, Corrado Guzzanti, Pierfrancesco Favino, Anna Ferzetti, Matilda De Angelis, Stefano Accorsi. E su Roma, città dal fascino eterno.

«Una Roma glam come non si era mai vista, del resto diciamo sempre che è la città del cinema, finalmente in una serie lo dimostriamo», ha precisato il regista Ribuoli.

Il confronto con la serie originale è stato inevitabile.

«Ma noi - ha sottolineato la sceneggiatrice - all'inizio abbiamo lavorato con una certa incoscienza, pensando: con una base così sarà un gioco da ragazzi. Poi abbiamo cominciato a sentire pressioni, temendo di toccare qualcosa di intoccabile, infine abbiamo recuperato e ora ne siamo orgogliosi. Quello di “Call My Agent - Italia” è un universo ipercitazionista e raccontarlo è fare satira di costume, prenderci in giro nel racconto di noi stessi».