Cambiare l'acqua ai fiori diventa una serie tv: la produzione è italiana

·2 minuto per la lettura
cambiare l'acqua ai fiori serie tv
cambiare l'acqua ai fiori serie tv

Cambiare l’acqua ai fiori, romanzo bestseller di Valerie Perrin, diventa una serie tv. Ad acquistare i diritti è stata la Palomar, casa di produzione di titoli di successo come Il Commissario Montalbano e Makari.

Cambiare l’acqua ai fiori diventa una serie tv

Una bellissima notizia per i fan di Valerie Perrin: il romanzo Cambiare l’acqua ai fiori diventa una serie tv. A dare l’annuncio è stato il magazine Variety, che ha intervistato anche la scrittrice. La serie tv sarà prodotta da da Palomar, la casa di titoli di successo come Il Commissario Montalbano e Makari.

Sono felice che il mio adattamento venga fatto in Italia, amo l’Italia“, ha dichiarato Valerie Perrin.

Cambiare l’acqua ai fiori diventa una serie tv: l’annuncio

Intervistata da Variety, l’autrice di Cambiare l’acqua ai fiori ha dichiarato:

“Abbiamo ceduto i diritti a Carlo Degli Esposti perché è italiano e perché so che è veramente innamorato di Violette Trenet, coniugata Toussaint. Questi i motivi della mia scelta: l’Italia e l’amore. E spesso le buone ragioni portano ai migliori adattamenti. Dobbiamo il meglio a Violette e sono certo che questo progetto sarà magnifico e all’altezza del libro. (…) Non lascerò mai andare completamente questo personaggio né sarò mai molto lontana da lei”.

La Perrin verrà coinvolta nell’adattamento televisivo del suo romanzo e ne è più che entusiasta. Carlo Degli Esposti, presidente della casa di produzione, ha ammesso: “La Palomar ha riconosciuto subito tutti gli elementi che possono trasformare un grande libro in un grande adattamento. Lavorare con un’autrice come Valerie è un grande piacere e una grande sfida. La sua Violette è un personaggio femminile straordinario, qualcosa che stavamo cercando da molto tempo“.

Cambiare l’acqua ai fiori diventa una serie tv: i dettagli

Cambiare l’acqua ai fiori racconta la storia di Violette Touissaint, guardiana di un cimitero di una piccola cittadina della Borgogna. Nella sua tranquilla esistenza irrompe un poliziotto di Marsiglia, che si presenta con una richiesta insolita: la madre, scomparsa di recente, ha espresso la volontà di essere sepolta nel suo cimitero, nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Le cose prendono una piega inattesa, emergono legami taciuti tra i vivi e i morti.

Nel 2018, il romanzo di Valerie Perrin ha vinto il Prix Maison de la Presse con questa motivazione: “Un romanzo sensibile, un libro che vi porta dalle lacrime alle risate con personaggi divertenti e commoventi“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli