Cameron Wellington è una delle vittime più giovani del Coronavirus

·1 minuto per la lettura
Cameron Wellington, giovane promessa del wrestling morta per covid
Cameron Wellington, giovane promessa del wrestling morta per covid

Cameron Wellington è una delle vittime più giovani del Coronavirus. Aveva diciannove anni ed era una promessa del wrestling. Il ragazzo di Walsall, in Inghilterra, è risultato positivo al tampone martedì 17 novembre. Inizialmente non manifestava sintomi. In sole ventiquattro ore, tuttavia, le sue condizioni si sono aggravate ed è morto. I genitori hanno dichiarato che non aveva patologie pregresse, seppure fosse un po’ in sovrappeso.

La morte di Cameron Wellington

Il calvario di Cameron Wellington è durato pochi giorni. In circa quarantotto ore il Covid-19 lo ha portato via. Era giovane e sportivo, ma questo non è stato sufficiente a salvarlo. Prima una semplice tosse, poi la corsa in ospedale poiché non riusciva a respirare. I livelli di ossigeno registrati nella struttura erano al limite di sopravvivenza. I medici hanno fatto di tutto per salvarlo. Il ragazzo è stato anche trasferito in un altro ospedale per una operazione di urgenza, ma non ce l’ha fatta.

La famiglia ha organizzato una raccolta fondi per pagare le spese del funerale. Inoltre, ha voluto lanciare un appello. “Prendete seriamente questa pandemia, questo virus. E ricordatevi di Cameron con un sorriso, non con tristezza“, hanno scritto i genitori e i cinque fratelli del diciannovenne.