Camila Cabello e Gloria Estefan sostengono le proteste a Cuba

·1 minuto per la lettura

Camila Cabello e Gloria Estefan hanno sostenuto le proteste avvenute a Cuba, stretta in una morsa di povertà che costringe le persone a fare i conti contro le interruzioni di corrente e la carenza di cibo.

Come se questo non bastasse, i casi di Covid-19 aumentano nel mezzo della crisi economica e migliaia di persone hanno perso il lavoro durante la pandemia.

Per questo Camila e Gloria si sono unite alle proteste.

«Ehi ragazzi, c'è una grave crisi in questo momento a Cuba e abbiamo bisogno del vostro aiuto per diffondere la consapevolezza», ha twittato la Cabello durante il weekend.

«Le morti per Covid stanno aumentando rapidamente e a causa della mancanza di medicine, risorse, beni di prima necessità e persino cibo, molte persone stanno morendo».

Anche la Estefan ha rimarcato il concetto con un post sui social.

«Il popolo cubano sta raggiungendo il suo punto di rottura! Sto con loro come ho sempre fatto!».

Oltre alle colleghe anche l'artista cubano Yotuel si è fatto partecipe delle proteste unendosi ai manifestanti per le strade di Little Havana a Miami, in Florida, insieme a sua moglie Beatriz Luengo.

«Sosteniamo la nostra gente a Cuba», ha scritto la star di Orishas su Instagram. «Cubanos, occupiamo le strade».

Nel frattempo, J Balvin e Becky G hanno postato l'hashtag #SOS Cuba.

Balvin è stato anche coinvolto in proteste politiche e manifestazioni nella sua nativa Colombia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli