Camminare con i pesi: effetti positivi sulla forma fisica

·3 minuto per la lettura
Benefici e controndicazioni pesi alle caviglie
Benefici e controndicazioni pesi alle caviglie

La camminata, o walking, è un esercizio utile per migliorare la salute cardiovascolare poiché aumenta la frequenza cardiaca e rafforza il cuore. Camminando si liberano le endorfine, ossia i nostri antidepressivi naturali, migliorando dunque l’umore. Attraverso il walking si armonizza il battito del cuore e si regolarizza il respiro, che tendono ad accelerare nei momenti di stress generando ansie e paure, e si scaricano dolcemente le tensioni accumulate. Dal punto di vista fisico invece il walking protegge l’organismo da osteoporosi e da artrosi: uno sforzo moderato e costante stimola la capacità delle ossa di assimilare il calcio e vi è produzione di sostanze come l’elastina ed il collagene che formano le cartilagini. Ma quali sono i benefici del camminare con i pesi alle caviglie?

Camminare con i pesi alle caviglie: i benefici

  • I pesi alle caviglie permettono di allenare i muscoli senza affaticarsi troppo in una moltitudine di esercizi, abituando il corpo a fare attività fisica quando non è perfettamente in forma.

  • Camminare con le cavigliere può apportare benefici alle gambe e anche ai glutei.

  • Gli effetti dei pesi alle caviglie sono molteplici: se da un lato aumentano il tono muscolare e la forza delle gambe, anche durante l’allenamento, dall’altro aumentano il numero di grassi che si bruciano durante l’attività fisica, i pesi alle caviglie infatti aumentano l’allenamento sui muscoli delle gambe facendo bruciare più calorie.

  • I pesi alle caviglie sono un modo semplice per aumentare l’intensità di un allenamento, tanto che l’allenamento potrebbe essere molto più breve e ancora offrire prestazioni simili.

  • Se si è già in ottime condizioni, senza problemi articolari, camminare o correre con i pesi alle caviglie potrebbe aiutare a costruire i muscoli delle gambe in modo più rapido.

  • Il posizionamento di un peso alla caviglia potrebbe essere di beneficio al corpo in generale: utilizzare dei pesi in varie parti della gamba, può creare un allenamento intenso e completo del corpo influendo su gravità, baricentro e postura e coinvolgendo quindi una moltitudine di muscoli.

  • Si possono utilizzare i pesi alle caviglie in casa con allenamenti specifici o in palestra, ma possono essere indossati anche durante la quotidianità

Le controindicazioni

Secondo alcuni studi però i pesi alle caviglie non sono raccomandati per camminare a ritmo sostenuto, poiché possono affaticare i muscoli della caviglia e della gamba. L’utilizzo infatti dev’essere graduale perché il corpo deve abituarsi pian piano, onde evitare sforzi che possono comportare conseguenze negative e magari strappi muscolari.

I pesi alle caviglie utilizzati impropriamente, possono procurare uno sforzo ai legamenti e ai tendini della parte inferiore del corpo, mettendo a dura prova ginocchia e caviglie. Inoltre il walking potenziato dai pesi rende più lenti, impedendo di camminare efficacemente. In questo modo i benifici dell’apparato cardiovascolare saranno ridotti.

Non solo: i muscoli si affaticano prima perdendo in resistenza. I pesi alle caviglie infatti non fanno altro che modificare il passo, far perdere l’equilibrio e aumentare la tensione su ginocchia, caviglie, bacino e schiena.

Magari la prima volta si pensa che quella tensione muscolare che si sente è benefica, ma in realtà è un sovraccarico poco utile in termini di aumento della forza e dannoso a lungo andare.

Camminare con i pesi può essere un’opzione e fornire alcuni vantaggi ma può anche causare una varietà di problemi di salute. Si dovrebbe pertanto consultare il proprio medico prima di aggiungere pesi alla routine della camminata.