Camminare a piedi nudi, un istinto primordiale per ristabilire un contatto autentico con il mondo

·3 minuto per la lettura
Photo credit: Getty / Martin Steinthaler | tinefoto.com
Photo credit: Getty / Martin Steinthaler | tinefoto.com

Sulla sabbia, sull’erba, sul muschio, sulla ghiaia, su sassi levigati dei fiumi... Camminare all’aperto a piedi nudi è una tentazione irresistibile, un gesto di libertà che dona benessere. Quasi un istinto che ci riconnette con la terra e libera energia. Ecco dove farlo senza rischi, in luoghi di grande bellezza, tra natura, cultura e tentazioni gourmet.

Sull’altopiano del Renon, a piedi nudi in riva al lago

Photo credit: Courtesy hotel Weihrerhof, Marion Lafogler
Photo credit: Courtesy hotel Weihrerhof, Marion Lafogler

Dalla sauna dell’hotel Weihrerhof alle fresche acque del lago di Costalovara il percorso è breve e si fa scalzi. Si può camminare su un percorso Kneipp molto naturale, fatto di piccoli ciottoli tra l’erba fresca, fogliame e ghiaia, per esplorare con la pianta dei piedi diverse sensazioni sulla pelle e sulla muscolatura. Non solo: dalla sauna, che è stata ricavata in una vecchia rimessa delle barche, partono alcuni viottoli che si inoltrano nel bosco dove ci s può avventurare a piedi scalzi, su un soffice tappeto di aghi di pino.

Info: weihrerhof.com

Sulle dune della spiaggia di Chia, barefoot tra stagni e battigia

Photo credit: Courtesy Aquadulci Hotel
Photo credit: Courtesy Aquadulci Hotel

A piedi nudi sulle dune di sabbia, e che sabbia. Quella della spiaggia di Su Giudeu a Chia, nel sud-est della Sardegna, costellate di ginepri, cespugli di mirto ed elicriso dai mille profumi. Dall’albergo Aquadulci si può camminare scalzi sul prato inglese, si prosegue sulla passerella di legno che costeggia lo stagno dei fenicotteri per arrivare su una spiaggia di sabbia bianchissima dove proseguire sulla battigia per lunghe passeggiate con il massaggio delle onde.

Info: aquadulci.com

A Livigno, a piedi nudi nel fiume (+pic nic gourmet)

Photo credit: Courtesy Lungolivigno hotel / Susy Mezzanotte
Photo credit: Courtesy Lungolivigno hotel / Susy Mezzanotte

Una vera esperienza di forest bathing non può che essere fatta che a piedi nudi. Si può sperimentare ovunque, in montagna. A Livigno (Sondrio), viene arricchita dall’offerta gourmet Déjuner sur l’erbe, degli hotel del gruppo Lungolivigno. Dopo aver sperimentato l’effetto corroborante dell’acqua del torrente Spoel, il deciso massaggio plantare dei sassi e quanto può essere morbido il muschio, ci si può accomodare sull’erba per un pic nic con i fiocchi, che si può ordinare anche con un’App.

Info: lungolivigno.com

A Porquerolles, nel museo d’arte senza scarpe

Photo credit: BERTRAND LANGLOIS / APF via Getty Images
Photo credit: BERTRAND LANGLOIS / APF via Getty Images

Sull’isola di Porquerolles, la più grande delle isole di Hyères, al largo delle coste della Provenza, c’è un museo dove si può entrare a piedi nudi. Chi ci arriva in barca può tranquillamente scendere a terra e attraversare scalzo la pineta (260 passi) dove si trova il l’edificio della Fondation Carmignac che ospita una sorprendente collezione di 300 opere di arte contemporanea e ogni stagione allestisce una mostra: da maggio 2021 sarà The Imaginary Sea.

Info: fondationcarmignac.com

In riva al Po, scalzi nel bosco fluviale

Photo credit: Courtesy Antica Corte Pallavicina / Francesca Cavalca
Photo credit: Courtesy Antica Corte Pallavicina / Francesca Cavalca

Ci si può incamminare scalzi lungo il percorso Po Forest, una passeggiata di 1,5 chilometri allestita dal relais e ristorante Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense, che si trova in un castello del 1300 nella golena del grande fiume. Dal giardino dell’Antica Corte si può raggiungere la riva del Po tra le piante del bosco fluviale, per scoprire la vegetazione della golena, conoscere storia e caratteristiche di un territorio peculiare dove i ritmi sono da sempre scanditi dalla portata del corso d’acqua.

Info: anticacortepallavicinarelais.it