Cancro della pelle: come proteggersi in modo consapevole

Maggio è il mese della consapevolezza del cancro della pelle: non c'è momento migliore per puntare i riflettori su questo diffuso tipo di carcinoma.

Nel solo Regno Unito si stima che nel corso della loro vita a un maschio su 36 e a una femmina su 47 verrà diagnosticato un melanoma cutaneo.

Secondo il Servizio Sanitario Nazionale (SSN), è il quinto tipo di cancro più comune, imputabile anche all'intensa esposizione solare durante le vacanze.

Di solito viene diagnosticata a seguito di un cambiamento nell'aspetto dei nei sul corpo - o a causa della comparsa di un nuovo neo - e, se rilevato precocemente, l'intervento chirurgico ha un'alta probabilità di successo.

I melanomi sono rari nelle zone protette dall'esposizione solare, come i glutei e il cuoio capelluto: questo significa che proteggere la pelle è di vitale importanza.

Alcune caratteristiche possono aumentare le tue possibilità di sviluppare il melanoma, come avere molti nei o lentiggini, pelle pallida che brucia facilmente, capelli rossi o biondi e un familiare stretto che ha avuto il melanoma. Ma può colpire chiunque.

La dottoressa Arreni Somasegaran della Define Clinic, Beaconsfield, ci ha parlato dell'importanza di utilizzare l'SPF su base giornaliera.

«Introducendo l'SPF nella tua routine quotidiana, puoi ridurre gli effetti potenzialmente dannosi dei raggi UV e ridurre significativamente il rischio di cancro della pelle», afferma la dottoressa Somasegaran.

«Consiglio di scegliere un prodotto con SPF 30-50; e dico sempre che l'SPF non è negoziabile e va riapplicato ogni due ore».

Ha anche chiarito i miti della protezione solare, a cominciare dal fatto che non dovrebbe essere usata solo durante le vacanze o quando splende il sole.

«In verità, che sia nuvoloso o nevichi, è necessario applicare l'SPF come si farebbe in una giornata calda e soleggiata poiché i raggi UV sono ancora in grado di penetrare attraverso le nuvole», spiega.

«Alcune persone pensano che indossando prodotti per il trucco contenenti SPF non hanno bisogno di applicare nient'altro. Molte volte i prodotti per il trucco contengono un fattore di protezione inferiore a 30, che è il minimo accettabile - condivide l'esperta -. Per una protezione ottimale, usa una crema solare sotto il trucco e riapplica ogni poche ore una polvere SPF. Un altro mito, è che se indossi la protezione 50 durerà tutto il giorno, ma indipendentemente dal fattore SPF, la crema deve essere riapplicata ogni due ore - continua -. Il numero associato all'SPF indica il livello di protezione, non quanto dura».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli