Cannavacciuolo: "Durante il lockdown ho perso 30 kg, ma poi ne ho ripresi 10"

Ilaria Betti
·.
·2 minuto per la lettura
(Photo: Stefania D'Alessandro via Getty Images)
(Photo: Stefania D'Alessandro via Getty Images)

Durante il lockdown aveva perso 30 chili, ma nelle ultime settimane ha mollato la dieta stretta, riprendendone dieci. Antonino Cannavacciuolo aveva fatto discutere per la straordinaria perdita di peso. Al Corriere della Sera racconta il suo “segreto” e dice cosa ne pensa dello spettro della chiusura dei ristoranti, a causa degli alti contagi da Covid-19.

“Difficile seguirla durante le riprese (per la nuova stagione di Masterchef, ndr). Però sono sempre venti chili in meno rispetto a quando ho cominciato. Comunque, tempo venti giorni e ricomincio. Mi rimetto anche a correre, cinque giorni alla settimana, di mattina presto. Sto molto meglio. Come ho fatto? Nessuna dieta particolare, ho ridotto in modo drastico le quantità. Prima mangiavo veramente troppo, ora sto semplicemente tornando umano”.

Di un possibile lockdown, Antonino non vuole nemmeno parlare.

“A questo punto non ci si doveva nemmeno arrivare. Noi ristoratori da maggio abbiamo rispettato tutte le leggi, ridotto i coperti, distanziato, riaperto in sicurezza e ora rischiamo di dover chiudere di nuovo? No, non ce lo meritiamo proprio”.

Lo chef del ristorante “Villa Crespi” di Orta San Giulio (Novara) dice la sua anche sul coprifuoco.

“Ora anche qui da noi, come già in Lombardia, i clienti dovranno arrivare e andare via mezz’ora prima del solito. Ci organizzeremo come abbiamo sempre fatto. Intanto già da prima, anche per far sentire al sicuro i clienti, i tavoli da otto non li facciamo più e quelli da quattro sono diventati da due. Dopo di che, però, perché ci siamo ridotti così? Quest’estate abbiamo visto feste ovunque, barche piene…E i ristoratori che hanno, giustamente, rispettato le regole ora si trovano di nuovo a rischio chiusura. No, bisognava evitare di allentare troppo nei mesi scorsi — continua Cannavacciuolo —. Del resto, l’Italia ha fatto un ottimo lavoro chiudendosi per mesi. All’estero, invece, dove hanno aperto troppo presto o non hanno mai chiuso stanno peggio di noi. Questo vantaggio non andava sprecato”.

Leggi anche...

Cannavacciuolo: "Ho perso 29 chili. Sono stato vicino a un bivio. Pesavo tanto, ero stanco e dormivo male"

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.