Cannes 2021 si farà e per il presidente di giuria rispunta il nome di Spike Lee

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura

From ELLE

Le ultime novità in fatto di cinema arrivano dalla Croisette e sono una bellissima notizia per tutti i fan di Spike Lee. Pare infatti che sia arrivata la conferma ufficiale e che il regista premio Oscar sarà il presidente della giuria al Festival del cinema di Cannes 2021. Il prestigioso ospite avrebbe dovuto presiedere la scorsa edizione, ma a causa della pandemia l’evento venne rimandato al 2021. A un anno di distanza l’organizzazione ha rinnovato il suo invito al regista afroamericano, che ha già confermato che ci sarà: "Fedele ai suoi impegni, il regista americano ha promesso di sostenere il festival al suo ritorno alla Croisette” fanno sapere in un comunicato gli organizzatori. "Rimandato l'anno scorso a causa della crisi sanitaria, il Festival di Cannes inaugura questo nuovo decennio con un presidente di giuria eccezionale, uno dei più grandi registi della sua generazione, nonché sceneggiatore, attore, editore e produttore. Per 30 anni, l'instancabile Spike Lee è stato un astuto cronista del suo tempo, con un approccio decisamente contemporaneo che non è mai privo di leggerezza e intrattenimento”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Regista, attore e sceneggiatore, Spike Lee manca da diversi anni dalla Costa Azzurra. La sua prima volta in concorso a Cannes fu nel 1989 con Do the Right Thing. Ci tornò tre anni dopo con Jungle Fever e poi nel 2018 con BlacKkKlasman. Il film, che aveva come protagonisti John David Washington e Adam Driver, ottenne il Grand Prix, un riconoscimento che lo preparò all’ambito Oscar, il primo mai ricevuto per uno dei suoi film. Alla notizia del suo approdo alla giuria di Cannes 2020 commentò: «Per tutta la mia vita eventi felici mi sono successi inaspettatamente. Quando sono stato chiamato a diventare presidente della Giuria di Cannes 2020 non ci potevo credere, ero felice, sorpreso e orgoglioso allo stesso tempo. Il Festival di Cannes (oltre ad essere il più grande Festival cinematografico del mondo - senza voler offendere nessuno) ha avuto un impatto enorme sulla mia carriera cinematografica. Si potrebbe persino arrivare a dire che Cannes ha plasmato la mia traiettoria nel cinema mondiale».

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Gli appassionati di cinema dovranno però pazientare ancora qualche mese prima di vedere Spike Lee sul red carpet della Croisette. Per scongiurare ulteriori imprevisti infatti il Festival di Cannes, giunto quest’anno alla sua 74esima edizione, mancherà il tradizionale appuntamento di maggio e si terrà per la prima volta in estate, da martedì 6 a sabato 17 luglio 2021, a soli due mesi di distanza dal già programmato Festival di Venezia, confermato per i primi 11 giorni di settembre.