I capispalla Max Mara Primavera Estate 2022 danno voce (e forma) allo spirito della borghese ribelle

·4 minuto per la lettura
Photo credit: Pietro D'Aprano - Getty Images
Photo credit: Pietro D'Aprano - Getty Images

In principio, era stata la collezione Max Mara Resort 2022 a mostrarci la via, a lasciarci pregustare quanto avremmo potuto (probabilmente) testimoniare anche sulla passerella di questa Milano Fashion Week che finalmente riparte. Ed è stato effettivamente così: lo storytelling della casa di moda italiana, che ha portato - sotto la direzione creativa di Ian Griffiths - lo stile del jet-set Anni 50 sull'isola di Ischia proprio lo scorso giugno, prosegue la scrittura dei suoi codici identificativi attraverso colori signature, tagli sartoriali e scenari vacanzieri vissuti o sognati. Il risultato della collezione Max Mara moda Primavera Estate 2022 è un'autentica spiegazione del concetto di eleganza attraverso capispalla sopraffini, ispirati dalle opere letterarie della scrittrice francese Françoise Saga.

Cappotti e giacche leggere: la tendenza moda Primavera Estate 2022 che ci esorta a identificare il capo signature dell'eleganza Max Mara è tutta qui. Si aggiunga poi una contestualizzazione necessaria: ci troviamo in un momento storico estremamente fondamentale per la casa di moda, che celebra proprio in questa stagione moda Autunno Inverno 2021 2022 il suo 70esimo anniversario. Ian Griffiths onora il passato e la storia della maison fondata nel 1951 da Achille Maramotti, resta radicato nel presente e guarda alla stagione futura senza discostarsi dalla percezione più autentica e pura della donna Max Mara. Achille Maramotti aveva d'altronde creato il marchio pensando alle mogli dei notai e dei dottori che avrebbero indossato questi capi. Ma Ian Griffiths no, lui democratizza e rende intellettuale il concetto di eleganza. Rendendolo papabile alle donne, tutte le donne.

Photo credit: Pietro S. D'Aprano - Getty Images
Photo credit: Pietro S. D'Aprano - Getty Images
Photo credit: Pietro S. D'Aprano - Getty Images
Photo credit: Pietro S. D'Aprano - Getty Images

La cifra stilistica di Ian Griffiths per Max Mara diventa così non (solo) aspirazionale, ma anche concretamente raggiungibile. L'esemplificazione del suo scopo è nell'opera letteraria che lo ha ispirato: Cécile, la protagonista di Bonjour Tristesse di Françoise Saga (da cui è stato tratto l'omonimo film diretto da Otto Preminger) è la ribelle borghese che anima i capispalla Max Mara di questa collezione. I look da bad girl nutrono l'immaginario che l'autrice francese fu costretta a creare da sé, nella sua mente, quando nell'estate dei suoi 17 anni fu lasciata a casa dalla famiglia. Obbligata a rinunciare alla tradizionale vacanza estiva per recuperare l'esame di maturità, potè solo immaginare - e poi tradurre in parole, senza sapere che sarebbe poi diventato un capolavoro - lo scenario estivo in cui avrebbe voluto essere.

Photo credit: Pietro S. D'Aprano - Getty Images
Photo credit: Pietro S. D'Aprano - Getty Images
Photo credit: Pietro S. D'Aprano - Getty Images
Photo credit: Pietro S. D'Aprano - Getty Images

Blazer, bomber e cappotti leggeri. L'utilizzo del colore cammello, tendenza moda che si rinnova per la moda Primavera Estate 2022, consente a Ian Griffith di affidare alle donne il potere e la libertà di auspicare a essere una donna Max Mara, una Cécile de nos jours. È un concetto già visto in Max Mara Loves Ischia, dove il cosiddetto Local Color dominava imperante, ma che si rinnova qui con verve differente (quella della borghese ribelle) e molto meno elitaria. I capispalla cammello moda Primavera Estate 2022 sono pervasi da un pragmatismo permeante. Esemplificativa è la giacca bomber, un must have nel guardaroba femminile odierno che la storia della moda ricorda di aver preso prima in prestito e poi definitivamente ereditato dall'attire civile dei piloti.

Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images

Spazio al nero, antipodo del bianco (altrattanto presente in passerella) e colore (non-colore) più portabile in assoluto. La sfilata Max Mara moda Primavera Estate 2022 affida la forza della più dark delle nuance ai big names del suo casting: Gigi Hadid, tornata a sfilare dopo la maternità, rende papabile il denim nero con una giacca di jeans abbinata alla minigonna. Sempre sul denim, viene riproposto a più riprese il lettering che Ian Griffith ci ha già presentato - ricordando l'anno della fondazione, il 1951 - nella sua collezione moda Autunno Inverno 2021 2022. Le linee sono morbide, c'è ampio respiro nelle silhouette che ci attendono nella stagione calda che verrà. Più avvitato è invece il capospalla di pelle indossato nel fashion show da Irina Shayk: altro look total black concepito secondo l'estetica Max Mara moda Primavera Estate 2022.

Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images

E così come la primavera sta alla metafora di rinascita, così l'uso dei colori più citrici - richiami ai lungomare soleggiati - sta alla palette cromatica Max Mara. La collezione moda Primavera Estate 2022 porta infatti l'attenzione anche sulle nuance vitaminiche, esortazione a uscire dalla nostra comfort zone: il giallo limone e l'arancione si impongono con decisione nel guardaroba femminile, e chissà che non siano reminiscenze dello scenario vacanziero immaginato a suo tempo da Françoise Quoirez. "L'esistenzialista - come scrisse un critico - che visse negli hotel di lusso".

Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images


Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli