Cara Virginia, quanto dovrei risparmiare in un anno (e/o come faccio a non spendere tutto)?

·4 minuto per la lettura
Photo credit: Jan Antonin Kolar on Unsplash
Photo credit: Jan Antonin Kolar on Unsplash

Cara Virginia, quanto dovrei risparmiare in un anno (e/o come faccio a non spendere tutto quello che guadagno)?

Siamo tutte cresciute sentendo almeno una volta la favola della cicala e della formica.

La cicala si gode il tempo cantando, ballando e mangiando, tiene gli occhi fissi solo sul presente, e non pensa minimamente al momento in cui arriverà l’inverno. Vive l’estate con intensità, assapora il sole e il caldo. Non è un brutto vivere eh, in fondo tutte noi la capiamo.

La formica dall’altra parte ha la mente concentrata su quanto cambieranno le cose appena l’estate lascerà il posto all’autunno, e poi all’inverno. È ossessionata da cosa servirà per attraversarlo, quel freddo e buio inverno, e nella sua testa è chiaro che deve prepararsi adesso che è ancora caldo, che il cibo è abbondante, così come la luce e l’energia. Sì insomma, a vederla così sembra la quintessenza della noia che provavamo a sentire i consigli dei nostri genitori quando eravamo molto giovani: consigli di certo molto saggi, ma che ci sembravano così lontani dal nostro quotidiano.

Pensare ora alle condizioni che mi troverò a vivere in futuro, un futuro a volte ancora molto lontano. In fondo, se ci riflettiamo, nel mondo animale selvatico è un istinto naturale. A noi di media riesce molto meno spontaneo, semplicemente perché è raro che ci troviamo nelle condizioni di rischiare di non sopravvivere a causa della scarsità.

Da qui nasce una delle grandi sfide del mio lavoro di consulente finanziaria, ovvero far capire quanto sono destinate a cambiare le cose nell’arco della vita, e quanto sia fondamentale anticipare ogni evenienza attraverso un piano economico.

Nel momento in cui riesco nel mio intento di alzare la consapevolezza su questi argomenti, mi arriva la classica domanda, accompagnata da uno sguardo un po’ preoccupato:

ma allora quanto dovrei risparmiare all’anno?

Ed è una domanda intelligente! Perché troppo spesso le persone usano questo approccio: stipendio/entrate – spese = risparmio. Così però si rischia di non risparmiare nulla, travolte come siamo da mille spese, tutte più o meno valide (sì, è valido anche quel paio di stivali pazzeschi color verde bottiglia). Ciò che fa la differenza è inserire una formula diversa nella nostra vita di tutti i giorni, cioè: stipendio/entrate – risparmio = spese. In questa maniera andiamo a risparmiare come vera priorità, e ci organizziamo per vivere con quello che rimane disponibile. Questo fa tutta la differenza del mondo, credimi.

Quanto risparmiare poi, diventa estremamente soggettivo, perché ogni persona ha esigenze differenti. Inoltre se ti dico: "Ti raccomando risparmia!”, che immagini ti evoca questa frase? Che spinta propulsiva ti dà?

Non credo proprio che tu riesca a trovare davvero stimolante il semplice concetto di risparmiare perché il buonsenso dice così. È molto più intelligente legare il tuo risparmio ad obiettivi di vita precisi, i tuoi obiettivi di vita!

• Arrivi tiratissima a fine mese, e non hai mai margine di sicurezza nel caso in cui ti succeda un imprevisto? Risparmia prima per questo obiettivo.

• Hai una mini cassa per le emergenze, ma sai che dovrai cambiare macchina tra non molto? Risparmia per questo obiettivo.

• Hai capito che quando smetterai di lavorare vuoi finalmente goderti la vita e viaggiare? Risparmia per questo progetto.

La lista è lunga, ci sono obiettivi che tutte noi condividiamo e altri che sono squisitamente soggettivi, e dobbiamo ricordarci che i soldi ci servono proprio a questo, sono un mezzo che ci permettere di ottenere ciò che vogliamo. Il risparmio è lo strumento che ci dà la liberta di scegliere ciò che vogliamo davvero nella nostra vita.

Quanto risparmiare?

Decidi in base alla tua esperienza: se sei già avvezza al risparmio, punta a mettere da parte il 10% delle tue entrate, e suddividi questa cifra per i tuoi progetti di vita. Ti bastano per raggiungerli nei tempi che ti sei data? Ti servono più soldi? Allora punta a risparmiare ancora di più, e l’avere chiaro per cosa vuoi usare i tuoi risparmi ti aiuterà ad essere disciplinata nell’accantonarli.

Il 10% ti sembra una “Mission Impossible” ora come ora? Anche se viene a chiedertelo direttamente Tom Cruise? Parti con l’1%.

Se guadagni 1000 Euro al mese, inizia mettendo da parte 10 Euro. Questo è fattibile anche per te, ne sono sicura. Appena ti arriva lo stipendio, prendi la cifra e spostala, così da non averla a portata di occhi, di mano e di spesa. E pian piano aumenta quella cifra, gioca con le tue abitudini e sfidati in maniera graduale. Ciò che ti sembrava impossibile fino a ieri, diventa fattibile se lo affronti a piccoli passi.

E se non hai chiaro come cominciare questo processo o come riuscire a risparmiare abbastanza per raggiungere i tuoi progetti di vita, fatti aiutare da una consulente finanziaria, saprà chiarirti le idee e strutturare un progetto su misura per te. E tanti saluti a cicale, formiche, e pure a Tom Cruise.

Virginia Busato. Sono la Pianificatrice Finanziaria delle donne. Guido le donne nel prendere il controllo dei loro soldi e a proteggersi in qualsiasi situazione. www.virginiabusato.it

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli