Carey Mulligan e Zoe Kazan interpreteranno le giornaliste che hanno schiacciato Harvey Weinstein

·1 minuto per la lettura

Carey Mulligan e Zoe Kazan interpreteranno le giornaliste del New York Times che hanno smascherato Harvey Weinstein come predatore sessuale.

Le attrici interpreteranno Megan Twohey e Jodi Kantor, nel progetto della Universal Pictures «She Said», basato sul bestseller del New York Times «She Said: Breaking the Sexual Harassment Story That Helped Ignite a Movement».

Secondo Deadline, il film diretto da Maria Schrader, dovrebbe iniziare la produzione questa estate.

La Kantor e la Twohey hanno riportato le accuse di molestie sessuali e aggressioni mosse da diverse donne contro il magnate del cinema, destituendolo di fatto dal suo ruolo.

Il loro articolo, che è anche servito come trampolino di lancio per i movimenti #MeToo e Time's Up, ha portato Weinstein a essere licenziato dal consiglio di amministrazione della Weinstein Company.

L'anno scorso il 69enne è stato dichiarato colpevole e condannato a 23 anni di carcere per stupro. Deve ancora affrontare ulteriori accuse a Los Angeles.

L'ultimo ruolo della Mulligan risale alla commedia nera femminista di Emerald Fennell, «Una donna promettente», per la quale ha ottenuto una nomination all'Oscar per la sua interpretazione da protagonista come vigilante che insegue predatori sessuali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli