Carolina di Monaco, condannato l'ex marito: il Principato trema

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(AP Photo/sbm, Pool)
(AP Photo/sbm, Pool)

Non c'è pace nella vita di Carolina di Monaco. Ernst-Auguste di Hannover, il suo terzo marito e padre di Alexandra, nonché cugino della regina Elisabetta II, è stato condannato a 10 mesi di carcere. E ora il Principato trema. Ecco cosa è successo.

La storia di Carolina non ha molto a che vedere con quella delle principesse. ll primo matrimonio con il banchiere parigino Philippe Junot (di 17 anni più grande) è durato due anni (per i tradimenti di lui); il secondo, con Stefano Casiraghi, è finito in tragedia a causa di un incidente nel 1990. E anche le terze nozze, celebrate nel 1999 con il principe Ernst-Auguste di Hannover, non sono andate per il meglio. Dopo dieci anni, i due hanno preso strade diverse, anche se ad oggi risultano ancora legalmente sposati per questione di titoli e patrimonio.

GUARDA ANCHE - Chi è Alberto di Monaco?

Nonostante il suo esilio in Austria, negli ultimi anni Ernest ha fatto tremare il Principato più di una occasione, finendo su tutti i giornali per i suoi comportamenti sopra le righe e i problemi giudiziari. L'ultimo grattacapo è di ieri: il 67enne, bisnipote dell’ultimo imperatore tedesco Guglielmo II, è stato infatti condannato a 10 mesi di carcere per aver ferito un poliziotto lo scorso luglio.

Come riporta Der Spiegel, i fatti risalgono a luglio 2020. Durante una battuta di caccia nella tenuta degli Hannover a Gruenau, il principe ha chiamato la polizia convinto che un suo impiegato lo volesse uccidere. I poliziotti, giunti sul posto, si sono subito resi conto dello stato alterato da alcol e farmaci del 67enne. Ernst ha cominciato così a insultarli e minacciarli "con un affilacoltelli" e colpirli con violenza. Cinque giorni dopo, ecco le minacce a un altro agente "con una mazza da baseball", che gli è costato il ricovero in ospedale e il ritiro del permesso di caccia e del relativo porto d'armi.

Durante l'udienza di mercoledì 24 marzo, un agente di polizia ha detto al pubblico ministero che Ernst August lo avrebbe "colpito in faccia" e un altro che "il principe tedesco, in stato di ubriachezza", lo avrebbe "afferrato per la testa e sbattuto a terra". Per questo il tribunale austriaco lo ha condannato a 10 mesi di carcere (pena sospesa) per "resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali gravi, minacce, intimidazioni e danni criminali" intimandolo di trovarsi una nuova residenza in Austria e di sottoporsi a delle sedute di psicoterapia.

GUARDA ANCHE - A quanto ammonta il patrimonio di Harry e Meghan?