Catalent, 100 mln dollari su polo Anagni per potenziare produzione

·3 minuto per la lettura

L'americana Catalent annuncia l'avvio della "prima fase di un programma di espansione da 100 milioni di dollari presso il suo stabilimento italiano di Anagni (Frosinone), per aumentare la capacità di produzione di sostanze farmacologiche biologiche, sostenendo la crescente domanda del mercato europeo per la produzione e fornitura di prodotti biologici".

"Durante la fase iniziale dell'espansione - comunica l'azienda - sono previsti l'installazione di 2 bioreattori monouso da 2.000 litri all'interno di nuove suite di produzione appositamente costruite e gli investimenti associati per supportare la fase iniziale dello sviluppo clinico, così come il trasferimento tecnologico in fase avanzata e commerciale. Sarà anche inclusa la creazione dell'infrastruttura necessaria per altri 6 bioreattori monouso da 2.000 litri. La fase iniziale di ampliamento dovrebbe essere operativa per i progetti dei clienti nell'aprile 2023 e aumenterà la forza lavoro del sito fino a 100 dipendenti. Il piano completo di espansione prevede che il sito avrà 16.000 litri di capacità produttiva flessibile complessiva, consentendo una scala di produzione in lotti da 2.000 a 8.000 litri".

Il sito Catalent di Anagni - ricorda una nota - è un impianto di prima classe per la produzione di farmaci biologici e orali, specializzato nel lancio di prodotti in fase avanzata e commerciale. Da quando Catalent lo ha acquisito, nel gennaio 2020, l'impianto è diventato un importante hub europeo per la produzione del vaccino Covid-19. L'aggiunta della produzione di sostanze farmacologiche completerà le sue capacità attuali, che comprendono una vasta esperienza nel riempimento asettico dei flaconi e nel confezionamento secondario di prodotti biologici, sterili e vaccini, fornendo al contempo nuove capacità integrate per la produzione di sostanze e prodotti farmaceutici.

"Catalent è impegnata a sostenere i clienti che vanno dalle aziende biotecnologiche di piccole dimensioni e virtuali alle grandi aziende biofarmaceutiche che richiedono le giuste capacità, la scalabilità e le soluzioni integrate necessarie a soddisfare le loro esigenze per le nuove terapie biologiche e i vaccini - afferma Mario Gargiulo, presidente di Catalent Biologics in Europa - Catalent è stata tra i primi utilizzatori della tecnologia monouso per la sua flessibilità, e continuiamo a investire in tecnologie che consentono soluzioni adattabili e scalabili per il segmento in rapida crescita dei prodotti biologici per farmaci orfani e di medie dimensioni".

La rete europea di Catalent Biologics - si legge ancora nella nota - comprende un centro di eccellenza per la formulazione clinica e il riempimento dei prodotti farmaceutici a Limoges, in Francia, che è attualmente in fase di espansione, nonché un sito a Bruxelles, in Belgio, che offre una delle maggiori capacità di riempimento di siringhe pre-riempite nella regione per i progetti in fase avanzata e commerciali.

Negli Stati Uniti, la rete di Catalent Biologics comprende lo sviluppo e la produzione di sostanze farmaceutiche per programmi clinici e commerciali nelle sue strutture di Madison, Wisconsin, e Bloomington, Indiana, che ospitano rispettivamente strutture monouso e in acciaio inossidabile. La struttura di Bloomington ospita anche ampie strutture di fill-finish. Il sito di Madison ha recentemente aggiunto la sua quarta e quinta suite di produzione, ciascuna con un sistema di bioreattore monouso 2x2.000 litri in grado di elaborare lotti di 2.000 o 4.000 litri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli