Centrodestra, Salvini: "Gruppo unico risposta a chi punta a dividerci"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Il tentativo del Pd è chiaro da mesi. Vuole scegliersi un pezzo dell'opposizione con cui lavorare. Ma il centrodestra non è a disposizione di nessuno, siamo maggioranza nel paese e governiamo 14 regioni su 20". Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, che in un'intervista al "Il Corriere della Sera" parla della convergenza del centrodestra, che ieri alla Camera e al Senato, insieme alla maggioranza, ha votato lo scostamento di bilancio.

"Sono contento - commenta - perché bado alla sostanza. Se il centrodestra fosse andato in ordine sparso non avrebbe incassato alcun successo". Ma l'incrocio con la maggioranza, avverte Salvini, si ferma qui. Al Pd dice di "mettersi l'anima in pace sull'elezione del presidente della Repubblica. Il centrodestra con le sue Regioni rappresenta il 46% dei voti, siamo assolutamente decisivi".

"L'unita' del centrodestra - prosegue il segretario della Lega - si deve dimostrare ogni giorno. Anche oggi, sui temi della sicurezza nazionale: sono sicuro che i 250 parlamentari del centrodestra lavoreranno insieme" per gettare le basi, con la collaborazione stabile dei gruppi parlamentari, con uno schieramento "di 250 deputati e 150 senatori".

"Chiaro che la nostra forza e peso sarebbero diversi. Uniti si vince e lo vediamo anche nei comuni e nelle regioni. Un gruppo unico sarebbe una bella risposta anche a Pd e 5 Stelle e ai loro tentativi di dividerci. Poi - conclude Salvini - è chiaro che ogni gruppo ha i suoi presidenti e vicepresidenti, le sue dinamiche, ma io sono ambizioso, se ci uniamo saremo più forti".