Cesare Cremonini torna in tour: 'Sono nato per fare gli stadi'


Cesare Cremonini, intervistato da "Il Fatto Quotidiano", ha parlato del suo nuovo tour, partito ieri sera allo Stadio San Siro di Milano.
Il cantante dopo più di due anni lontano dai grandi palchi ha detto: "Questo tour viene da molto lontano. Ho iniziato la mia carriera con i concerti gratuiti di piazza. Una volta il mio camerino è stato il barbiere del paese. Poi un bel giorno mi sono ritrovato ad un bivio e ho scelto di rischiare. Potevo scegliere se fare un percorso che avrebbe potuto aprirmi le porte dei palazzetti e degli stadi (il rischio era che potesse non accadere mai) o fare un tour per i soldi facili", ha spiegato.
Il 42enne ha inoltre ammesso di aver sempre saputo che questa sarebbe stata la sua strada nella vita.
"Ho scelto la prima strada, la più difficile, anche perché una certezza l’avevo e ce l’ho: sono nato per fare gli stadi. Non avrei potuto fare un compromesso nella mia vita", ha affermato.
Il cantautore bolognese ha poi aggiunto: "Non c’è una scuola, non c’è un X Factor che ti insegni a stare sul palco. O ce l’hai o non ce l’hai. A cantare si può sempre migliorare, ma infatti io mi reputo un performer. Sia chiaro, non mi sono mai sentito arrivato. Per me il mio percorso artistico è una audizione continua".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli