Chanel limiterà l’acquisto delle sue borse, ma siamo sicure che una it-bag (all'anno) potrà bastare?

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Streetstyleshooters - Getty Images
Photo credit: Streetstyleshooters - Getty Images

È cosa risaputa che, entrando in una boutique Hermès, vi sarà negata la possibilità di acquistare una delle borse più iconiche (la Kelly o la Birkin, che d'altronde non sono "solo" borse). Vi diranno che al momento non sono disponibili e che esiste una lista d’attesa: vi diranno tutto questo avendo cura di chiudere bene la porta dei depositi. Che, nel frattempo, saranno pieni proprio di quelle borse lì. La tattica strategica non fa una piega: il concetto di “scarcity” – come lo si chiama nel gergo del marketing – aumenta la desiderabilità. Giustifica il prezzo e nutre la propensione all’acquisto, nonostante le cifre a 4 zeri. Direte, fortuna che esistono anche altre it-bag! Certo, ma sembra che anche Chanel stia per applicare questa stessa strategia alla vendita delle sue borse più iconiche.

“Sebbene Chanel abbia già aumentato i prezzi dei suoi prodotti più popolari tre volte quest’anno – scrive Hypebeast a tal proposito, - le loro borse sono ancora una hot commodity tra gli shopper del lusso. Molti consumatori in tutto il mondo fanno la fila dalle prime ore del mattino per assicurarsi di avere la possibilità di fare acquisti”. Oltre al rincaro dei prezzi, la situazione potrebbe essere ora ulteriormente esacerbata da un maggiore livello di esclusività delle borse Chanel (che, di conseguenza, diventerebbero esclusive tanto quanto lo sono quelle di Hermès). Nota bene, non c’è da temere per Europa e Italia: come riporta la fonte, al momento la policy starebbe per essere applicata solo in Corea del Sud che – guarda caso – è anche il paese più costoso in cui investire (letteralmente) in borsa.

Photo credit: Christian Vierig - Getty Images
Photo credit: Christian Vierig - Getty Images

Come funzionerà nello specifico la nuova politica? “Chanel è il nuovo marchio lusso pronto a imporre misure ben specifiche, particolarmente nel mercato Sudcoreano – aggiunge Hypebeast. - A partire da questo mese, Chanel cambia ufficialmente la sua politica di vendita per le borse più popolari, quali la Classic Flap Bag e la Coco Handle. Ogni cliente potrà acquistare solo una borsa all’anno”. Di rimando, anche le linee guida per l’acquisto di prodotti un po’ più entry-level (portafogli, portachiavi, etc.) stanno per essere rivoluzionate: “È stata inoltre messa in atto una nuova politica per i prodotti di piccola pelletteria, limitando i consumatori all’acquisto di non più di due pezzi all'anno”. Che la maison Chanel stia punta ad avvicinarsi all’esclusività di Hermès? Staremo a vedere, saremo qui a raccontarlo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli