Che fine ha fatto Antonino Spadaccino? L’ex cantante di “Amici”

Antonino Spadaccino nasce a Foggia, Puglia, il 9 marzo 1983 sotto il segno dei Pesci. Grazie al sostegno della famiglia, Antonino si avvicina alla musica, imparando a cantare da autodidatta. A partire dal 2000 inizia la gavetta canora, partecipando a vari concorsi. Quattro anni dopo, entra a far parte del programma televisivo di Maria De Filippi “Amici” nella categoria canto. L’esperienza si rivela molto importante per Antonino, che ha modo di duettare con celebri personalità del panorama musicale come Gino Paoli, Ornella Vanoni, Lucio Dalla, Grazia Di Michele, Michael Bublé e Ricky Fanté. Alla fine della competizione Antonino si aggiudica la vittoria del programma. Nello stesso periodo, partecipa insieme a Gigi d'Alessio alla quarta serata del Festival di Sanremo 2005, dove si esibisce col brano “L'amore che non c'è”. Il suo primo singolo esce a novembre dello stesso anno e raggiunge le 15.000 copie vendute. Il suo primo album arriva l’anno successivo, intitolato proprio “Antonino” e appena due anni dopo, esce il secondo album, dal titolo “Nero indelebile”. Nel settembre 2009, invece, ottiene la vittoria al Festival Internazionale della Musica - Golden Stag (Cerbul de Aur) a Brașov, in Romania. L'11 ottobre 2011 viene pubblicato l'album “Costellazioni” e meno di un anno dopo, il 27 marzo 2012 esce il suo quarto album “Libera quest'anima”. Nello stesso periodo partecipa all'11° edizione del programma Amici di Maria De Filippi, all'interno di una competizione dedicata agli ex concorrenti, dove si aggiudica il 5° posto. Nel 2014 è coach nel programma televisivo “La pista” di Flavio Insinna e due anni dopo, partecipa alla prima edizione di Bake Off Italia Celebrity Edition, vincendo il programma insieme alla cantante Emma. Nel 2022, invece torna sugli schermi come concorrente del programma “Tale e Quale Show”. Riguardo la sua vita privata, Antonino nel 2016 fa coming out, rivelando la sua omosessualità e a novembre 2021 ha parlato su instagram della malattia della madre, affetta da Alzheimer.