A che mese di vita portare il neonato dal pediatra per la prima volta?

·2 minuto per la lettura
quando portare il neonato dal pediatra
quando portare il neonato dal pediatra

Subito dopo la nascita del neonato, tra le prime cose da fare ci sono la scelta del pediatra e la prima visita, che corrisponde al primo bilancio di salute del piccolo. Prima visita pediatrica: quando farla e come prepararsi? Scopriamolo insieme.

Prima visita pediatrica: quando farla

La prima visita pediatrica dal medico di famiglia avviene generalmente intorno al primo mese di vita del piccolo. Essa riveste un’importanza particolare che va molto oltre il controllo dei principali parametri fisici del neonato. Infatti, in questa occasione i genitori conosceranno un professionista che li accompagnerà e sosterrà per molti anni nell’entusiasmante – a volte spaventoso – compito di essere genitori. Il rapporto che si costruirà, quindi, sarà basato su rispetto e fiducia reciproci. In alcuni casi, la scelta del pediatra può essere fatta già in ospedale contestualmente alla denuncia di nascita; altrimenti, sarà necessario recarsi in un ufficio ASL nei giorni successivi alle dimissioni. Il medico seguirà il bambino dalla nascita fino ai 14 anni compiuti; per questo motivo per evitare eventuali cambi in corso d’opera meglio informarsi già prima della nascita tra amici e conoscenti sui medici della zona.

La prima visita pediatrica sarà un colloquio alla presenza di almeno uno dei due genitori con lo scopo di stabilire un quadro generale sulle condizioni di salute del neonato. Infatti, il pediatra controllerà i seguenti elementi:

  • lunghezza e circonferenza cranica del bambino;

  • peso e altezza;

  • riflessi neonatali;

  • articolazioni delle anche;

  • vista e udito;

  • addome e genitali;

  • cordone ombelicale;

  • stato e grandezza delle fontanelle;

  • controllo del cuore e dei polmoni.

Come prepararsi alla prima visita pediatrica

Durante la visita, il pediatra chiederà ai neogenitori riguardo a eventuali malattie presenti in famiglia. Per questo motivo, è opportuno prima di recarsi allo studio medico informarsi quanto più dettagliatamente possibile riguardo alla presenza in famiglia di: allergie, malattie della pelle, deficit visivi, malattie di qualunque genere. Informando il pediatra, egli potrà consigliare ai neogenitori tutte le misure preventive o l’esecuzione di esami adatti a effettuare una diagnosi precoce.

Per non correre il rischio di dimenticare qualcosa è utile annotare per iscritto le notizie raccolte insieme alle domande che si intendono porre durante la prima visita.

Il neonato dovrebbe indossare abitini di facile vestibilità. Inoltre, è di buona norma avere con sé l’occorrente per un cambio di pannolino, un biberon di latte in caso di allattamento artificiale e un ciuccio se il bimbo già lo utilizza.