In che modo insegnare ai più piccoli a essere autonomi?

·3 minuto per la lettura
bimbi indipendenti come fare
bimbi indipendenti come fare

Insegnare ai bambini a fare da soli e a svolgere piccoli compiti domestici non solo significa renderli più sicuri e aumentare la loro autostima, ma contribuisce anche a sviluppare l’intelligenza e a porre le basi per dei buoni risultati scolastici. Diventare autonomi significa, quindi, acquisire fiducia in se stessi e sicurezza, diventando dunque emotivamente forti. Come insegnare l’autonomia ai bambini? Ecco alcuni pratici consigli.

Come insegnare l’autonomia ai bambini

Quando i genitori danno fiducia ai figli e spiegano loro come muoversi, la conquista dell’autonomia è una meta molto vicina. In questo contesto, proprio il rapporto con mamma e papà gioca un ruolo importante. D’altronde, essere autonomi non significa solo applicarsi con successo nelle operazioni pratiche, come versare l’acqua da una brocca o imparare a vestirsi da soli. Perché i bambini possano diventare autonomi, devono ricevere indicazioni chiare su cosa fare ed è dunque compito dei genitori capire il punto di vista dei più piccoli, con le difficoltà che incontrano giorno dopo giorno. In questo percorso, mamma e papà dovrebbero affiancare i bambini e lasciarli liberi, allo stesso tempo, di sbagliare, senza criticarli o fornire continue indicazioni. Risulta fondamentale, invece, gratificare i loro tentativi di autonomia in ogni tappa dello sviluppo, rispettando i loro tempi e complimentandosi per i successi.

L’educazione all’autonomia rappresenta un processo che inizia già nei primi mesi di vita. Per comprendere quando e come iniziare tale processo è dunque fondamentale avere in mente non solo l’età del bambini, ma anche gli strumenti a disposizione e il loro livello di sviluppo. La conquista dell’autonomia avviene per step e in relazione ai ritmi evolutivi: per esempio, c’è chi impara a camminare intorno ai nove-dieci mesi, mentre altri iniziano dopo l’anno d’età.

Come insegnare l’autonomia ai bambini? Scopriamolo insieme.

Abbiate pazienza

Nel percorso di apprendimento dell’autonomia, è fondamentale che i bambini abbiano a che fare con genitori pazienti. Ogni giorno si potrà scegliere insieme ai piccoli di imparare una nuova attività. In questo modo, infatti, si sentiranno coinvolti e saranno più invogliati a impararla.

Non perdete tempo

Fin dai primi mesi d’età è fondamentale portare avanti quest’approccio, in modo da trasmettere subito ai bambini quella sicurezza che li porterà a essere autonomi. Per esempio, può essere utile lasciarli liberi sul pavimento in modo che possano raggiungere i propri giocattoli da soli.

Mantenete la calma

I bambini hanno bisogno di sentirsi accompagnati nel percorso di apprendimento. Per questo motivo, avere dei genitori che perdono la pazienza non sarà di certo d’aiuto e soprattutto farà sentire i più piccoli abbandonati.

Evitate i rimproveri

Rimproverare i bambini perché non stanno svolgendo un compito come vorreste non è per niente d’aiuto. Infatti, è opportuno lasciarli liberi di trovare la soluzione più adatta a loro stessi.

Approvate e complimentatevi

Quando i bimbi svolgono bene delle attività, è fondamentale che sentano che i genitori li stanno apprezzando e sostenendo.

Date delle regole

Nel fondamentale percorso di apprendimento dell’autonomia, i genitori devono saper dare delle regole, marcare i confini oltre i quali i bambini non possono andare.