A che ora allenarsi per dimagrire? Tutti i consigli

A che ora allenarsi per dimagrire?

Non esiste un orario migliore di un altro per allenarsi: alcuni consigliano la mattina piuttosto che il pomeriggio o la sera come ora ottimale per dimagrire. In realtà molto dipende dal proprio metabolismo basale, dalle abitudini di vita e dal tempo a disposizione. Scopriamo insieme a che ora allenarsi per un dimagrimento più efficace.

A che ora allenarsi per dimagrire

Non esiste un vero e proprio orario migliore per dimagrire e allenarsi. Volendo dare dei consigli di base, si può dire che genericamente ci sono delle fasce orarie da preferire e altre se possibile da escludere, soprattutto se il proprio livello di preparazione è da principiante.

Ad esempio, d’estate sono da escludere le ore tra le 13:00 e le 16:00, sia per il troppo caldo sia per inevitabili problemi digestivi: chi non è abituato potrebbe incorrere nel fastidioso fenomeno della chetasi (nausea e vomito dovuto al superamento della percentuale di chetone nel sangue). Tutti gli altri orari sono concessi. Non è detto che per tutti sia consigliato un orario standard, vi sono persone che amano allenarsi alle 7:00 di mattina, altre che dalle 7:00 alle 11:00, avendo un metabolismo lento rendono poco, con disturbi fisici anche nel prosieguo della giornata.

D’inverno, vista la poca luce, conviene concentrarsi nelle ore antimeridiane anche per godere dei pochi raggi di sole se si fa attività all’aria aperta. È consigliabile evitare le ore tarde, nell’attività invernale all’aperto per non sollecitare troppo i tendini e le articolazioni vista la troppa umidità, uno sforzo serale potrebbe creare disturbi durante il sonno per il sovraccarico di adrenalina prodotto. Per l’attività indoor, valgono le stesse regole, importate è l’attivare e riscaldare i muscoli prima di ogni sforzo, per una buona resa della routine d’allenamento ma soprattutto per prevenire i rischi d’infortunio.

Cosa significa dimagrire

Per dimagrimento, non si intende la mera perdita di peso ma il corretto rapporto tra massa grassa e magra. Con il termine dimagrire s’intende eliminare il grasso a vantaggio del muscolo. Nelle umide serate estive, dopo un’ora d’attività si possono perdere anche quattro litri di liquidi, ma non siamo dimagriti, tempo 48 ore e li abbiamo reintegrati. È possibile, invece, “dimagrire” pur mantenendo sulla bilancia lo stesso peso, perché la percentuale di grassi perduta è servita alla lipolisi per trasformare le proteine assunte con gli alimenti, prima in aminoacidi e poi in muscolo che pesa come il grasso. Il muscolo è scevro di ammasso lipidico, quindi si avrà un netto beneficio nei diametri corporei e una diminuzione in centimetri del giro vita, del petto, delle cosce e dei fianchi.

Dimagrire a che ora?

Si dimagrisce a qualsiasi ora e banalmente in due modi: o trasformando il grasso in muscolo con un lavoro isotonico di tipo anaerobico abbinato a una dieta proteica, oppure con una attività aerobica. L’attività aerobica prevede un lavoro blando che impegni il cuore tra il 120 e 140 battiti al minuto, per consentire all’organismo di attivare nel ciclo di Krebs (inizia dopo circa 20′ di sforzo lento).

Il lavoro può essere isotonico (con piccoli pesi o macchine con carichi minimi), oppure isometrico (esercizi di stretching combinati con leggeri attrezzi e varianti come il Pump, etc.) e con un’attività come lo spinning, lo Step e la ginnastica aerobica o la corsa lenta. Le attività aerobiche sono tantissime, tutte si basano su un impegno di 40 o 60′ con una stimolazione organica molto blanda.

Bisogna allenarsi, almeno due o tre giorni a settimana, in maniera slow per dimagrire, scegliendo un impegno che appaghi. L’orario è importante perché bisogna conciliarlo con i propri impegni, l’allenamento non deve essere un peso, ma un’attività fatta con costanza, divertimento e gioia, questo è un buon modo di allenarsi per dimagrire.

Come accelerare i risultati

Oltre a una attenzione all’alimentare e al maggiore movimento, un ottimo rimedio naturale per rendere più efficaci i risultati dell’allenamento è utilizzare dei leggins dimagranti. Silene Wear si distingue da tutti quelli in commercio per i suoi risultati e la particolare tecnologia dei tessuti. Si tratta di un leggings realizzato in fibra attiva incapsulante. Un prodotto che è un trattamento cosmetico da indossare per snellire questo punto critico.

Sono dei leggings che hanno i seguenti benefici:

  • Rassodano, snelliscono e trasformano
  • Il tessuto è elasticizzato in modo da farli risultare aderenti alle forme del corpo
  • Hanno un design ergonomico che si adatta alle curve del fisico
  • Potete indossarli sotto i vestiti grazie all’effetto ventilato
  • Si possono indossare con qualsiasi capo: elegante o sportivo
  • Metteteli anche in palestra durante i vari allenamenti e sessioni di esercizio
  • Resistono ai raggi ultra violetti.

Per chi fosse interessato a saperne di più può cliccare qui

Agiscono sui punti maggiormente critici delle donne. Inoltre, hanno le seguenti caratteristiche:

  • Riducono e combattono la pelle a buccia d’arancia
  • Donano tono e morbidezza alla cute
  • Aumentano l’elasticità
  • Regalano comodità e benessere.

Silene Wear non sono semplici leggings snellenti, ma un vero trattamento di bellezza. Bisogna scegliere il prodotto, spruzzarlo nella parte interna dei pantaloni per poi indossarli e notare i primi benefici e trasformazioni del corpo.

Essendo un prodotto originale ed esclusivo, non è possibile acquistarlo nei negozi fisici o siti di e-commerce online. L’unico modo per acquistarlo è tramite il sito ufficiale del prodotto, compilare il modulo con i propri dati che sono trattati nel rispetto della privacy e attendere la chiamata dell’operatore per la conferma dell’ordine. Il prodotto è in promozione stagionale al costo di 59 € compreso lo spray snellente in omaggio con spedizione gratuita. Il pagamento si effettua sia con carta di credito o Paypal, ma anche in contrassegno, ossia in contanti al corriere al momento della consegna.